Babboleo, il primo radiogruppo ligure, alla prova del 2021

di Claudio Astorri www.astorri.it

Nel corso della pandemia è possibile anche lavorare per presentarsi agli ascoltatori (e al mercato pubblicitario) con una offerta migliorata in modo strutturale. Ottimo momento per pensare alla crescita. E’ il caso di Radio Babboleo…

Ho cominciato a occuparmi di BABBOLEO nel 2005. E’ stato avvincente e vincente. Ne ho scritto qui. Dal marzo del 2020 sono di nuovo a bordo come consulente dell’editore. Marina Odicino è succeduta nella proprietà e nella direzione dopo la scomparsa nel tardo 2019 al marito Walter Miscioscia. La volontà del nuovo vertice è semplice; rilanciare ed eccellere. Prima un Project Design con Claudio Astorri e poi un bel lavoro di squadra, il Project Follow-Up, per l’operatività.

Qui ci occupiamo dell’ammiraglia, la stazione capogruppo. Grazie al lavoro di preparazione nel 1° semestre del 2020 RADIO BABBOLEO affronta il 2021 con un pacchetto di novità ben implementate e in piena attività. Si tratta di elementi progettati e fortemente voluti dall’editore e già gestiti e ottimizzati nel corso del 2° semestre. La loro accensione è stata simultanea generando una scossa di novità giunta nell’anno complesso della pandemia globale.

Le novità 2021 di Radio Babboleo

Sound imaging innovativo negli ID jingles e nei supporti per il branding. Una produzione di ampio respiro internazionale.

Formato Musicale Adult Contemporary applicato diffuso con Flusso Circolare 90-2000-Oggi. Una novità strutturale.

Rafforzamento ulteriore dei Giornali Radio, uno all’ora e dal 2005 dedicati esclusivamente all’informazione locale.

Più utilità di servizio, quali infomobilità e meteo, con fonti di informazione qualificate e orientate al territorio.

Rinnovo totale del sito Web con la disponibilità di nuovi servizi, tra cui le telecamere fisse per osservare la viabilità.

Attività Social Media completamente nuova e con contenuti anche originali, creati ad hoc.

Conduzione arricchita oltre che estesa nella copertura di servizio e con maggiore caratterizzazione di storie locali.

Nuovo logo, il segno di una volontà di rinnovamento che segue le attività messe in campo.

Vincenzo Manzullo, lo station manager di Babboleo

Vincenzo Manzullo

Dietro a una stazione di successo c’è un gruppo di persone e anche uno Station Manager che deve coordinare il lavoro di creazione e organizzazione editoriale. E lui c’è da sempre a Babboleo. Molto conosciuto a Genova e in Liguria, il territorio di lavoro e espressione delle sue stazioni, Vincenzo Manzullo forse non è troppo noto altrove in Italia. E i suoi sogni e le sue realtà non sono però dissimili da quelli di operatori Radiofonici di altre aree geografiche. Sentite qui…

Ho sempre avuto un rapporto di forte attrazione per il brand BABBOLEO. A scuola quando prendevo appunti sul quaderno riproducevo magari a fianco il logo della Radio. Ogni volta che passavo in piazza Portello, dove c’erano la discoteca e il bar BABBOLEO, ne ricevevo un’emozione intensissima. Il caso volle che una ragazza che lavorava a Radio Luna, sotto casa mia, mi disse che a RADIO BABBOLEO stavano cercando un fonico. Ero diplomato in chimica ma volevo fare la Radio, e proprio lì.

Entrai in emittente ed era il 1984; di fatto non ne sono più uscito. Avevo appena inviato la richiesta per il servizio militare. Cominciai a lavorare a RADIO BABBOLEO ma sostenendo che poi, il mese successivo, sarei partito. La chiamata effettiva arrivò solo 18 mesi dopo. Ebbi l’occasione quindi di conoscere tutti i fondatori e di lavorare con il management delle origini. Al termine del servizio militare Walter Miscioscia mi disse: ‘Il tuo posto di lavoro è qui‘.

Le sfide del 2021

Arrivando ai giorni nostri ho chiesto a Vincenzo Manzullo, quali siano le sfide sfide che sente per il 2021. “Proprio in omaggio al forte credo reciproco che nutrivo insieme al compianto Walter Miscioscia, il precedente editore, mi piacerebbe sviluppare in modo significativo la BABBOLEO ONLUS. Intanto ringrazio Marina Odicino che, subentrata anche nell’azienda al marito, ha voluto nominarmi presidente della associazione. E’ fondamentale aiutare le persone oggi.

E inoltre vorrei BABBOLEO ancora più presente nel territorio. Anche se il periodo non è dei più favorevoli mi piacerebbe conseguire molto presto un ritorno all’incontro con le persone. Nel corso del 2020 abbiamo potuto preparare idee e gadgets. Mi piacerebbe che tornassimo quanto prima ad essere un punto di riferimento visibile e presente, del resto come siamo sempre stati. Anche nel contatto e nella collaborazione con chi ascolta attraverso forme di incontro“.

D’altra parte Vincenzo Manzullo dispone sia per le sfide già sviluppate che per quelle in arrivo di un staff che permette di guardare avanti. Il braccio destro Orazio Bongiovanni, il capo della redazione Italo Vallebella, uno staff di conduttori qualificati e coesi a partire da Fabrizio Valenza che da molti anni apre il mattino, adesso dalle ore 6:00. E anche negli altri comparti dell’azienda, come quello tecnico o del marketing e vendite, Babboleo è non a caso leader in Liguria.