Un grave lutto: Walter Miscioscia, editore di Babboleo

1636

di Claudio Astorri

Ci ha salutato un pezzo della storia della Radio del nostro Paese, editore di BABBOLEO, gruppo Radiofonico leader in Liguria. Dobbiamo tutti e molto a Walter Miscioscia…

Walter Miscioscia

Walter Miscioscia è scomparso

Ho riceuto la notizia estrema proprio domenica 8 dicembre, nella giornata della Immacolata Concezione. Mi ha informato al telefono un commosso Vincenzo Manzullo. E’ lo station manager delle 3 emittenti del gruppo Radiofonico che include RADIO BABBOLEO, BABBOLEO SUONO e BABBOLEO NEWS.

Certo, sapevamo tutti che Walter Miscioscia non stesse bene. Non stava per niente bene. Una dose di grandi problemi al cuore e poi la Radio-Terapia. E non quella positiva che le sue emittenti donano ai genovesi e ai liguri da decenni. Quella chimica di chi deve rispondere a un grande male. Tuttavia non ce lo aspettavamo ma ci ha salutato nel sonno.

L’insegnamento di Walter

Un lutto è certamente un fatto privato, privatissimo. E qui non voglio soffermarmi sui miei sentimenti che sono provatissimi. Desidero solo salutare una grande persona, un pioniere della FM che ho avuto la fortuna di conoscere e che mi ha trasmesso molti valori che spero solo di aver ricambiato e condiviso adeguatamente. E anche un amico.

La tenacia. Quanto mi piacciono i tenaci. Il suo progetto a 3 emittenti lo ha difeso a tutti i costi. Lo ha dovuto ridimensionare per fattori esterni e interni ma non ci ha mai rinunciato e anche il pubblico non è mai mancato. Una bandiera della coerenza e del mantenimento di una offerta di innovazione senza pari in Liguria e in tante regioni.

La sobrietà. La fama dei liguri per la loro mano corta ha avuto in Walter uno dei suoi alfieri più osservanti e rappresentativi. Non c’è stata tuttavia mai avarizia. Solo molta cautela e circospezione. Un buono che sapeva di esserlo e che voleva e doveva controllarsi. Un imprenditore attento ai costi quanto ai ricavi dell’azienda.

La simpatia. Non è mai accaduto che mi vedessi con Walter e che non scappasero nelle nostre conversazioni delle grandi risate, anche nei momenti più cupi o comunque complessi. Il suo sorriso è sempre stato contagioso, strumento anche di soluzioni e di pensieri creativi. E anche quando veniva colto dalle sue ostinazioni era comunque brillante nel riferirle.

La fierezza. Altro valore fuori moda. Magari ne aveva pure troppa. Resistette di fronte ad offerte per certi versi irripetibili per la cessione del suo gruppo. E non gli costò poco rinunciarvi. Consapevolemente si rimboccò le maniche e rilanciò tutte le sue attività Radiofoniche, vincendo a mani basse.

Questi e altri valori sono solo alcuni dei legami che collegano indissolubilmente Walter Misciocia a tante persone come me, quelle con cui ha lavorato nel campo Radiofonico e con cui ha condiviso obiettivi e successi. Grazie Walter. Ci manchi ma sei e sarai con noi. Ora sei anche nelle nostre preghiere. RIP.