Le sei personalità premiate al Magna Grecia Awards

718

Il Galà, dedicato al Magna Grecia Awards, scandito dalla conduzione del pugliese doc, Fabio Salvatore, si è concluso con la consegna dei prestigiosi riconoscimenti ai sei protagonisti saliti sul palco. Sei eccellenze italiane che si sono contraddistinte durante l’anno per le loro attività nell’ambito della comunicazione sociale, civile e culturale e che da sempre credono nel valore della ‘bellezza della vita’ che è il pilastro portante del Premio.

Nato nel 1996 da un’idea di Fabio e di suo padre Franco – scomparso a causa di un omicidio stradale nel 2008 – il Magna Grecia Awards valorizza l’operato di uomini e donne, figli di nuove forme culturali e comunicative, attraverso una serie di riconoscimenti pensati e donati a chi contribuisce a migliorare i percorsi della conoscenza, del sapere e della solidarietà. Ognuno di loro è un testimonial spontaneo di positività, è questo il criterio che ha ispirato le scelte di Fabio ‘arruolando’ personaggi di chiara fama nazionale e internazionale per portare avanti una ‘rivoluzione culturale e morale’. “Abbiamo bisogno di storie positive, di prendere esempio da chi ha deciso di donare parte di sé per rendere più bella la vita. Il Magna Grecia Awards ci insegna a fermarci per ascoltare le esperienze che stimolano il coraggio e la determinazione nella pratica quotidiana del proprio dovere declinata nell’esercizio di ogni singola professione.” – Commenta il patron della kermesse.

Un Galà ricco di sorprese: è stato rivelato il nome del Presidente Onorario del Magna Grecia Awards: è Fiammetta Borsellino, figlia del magistrato Paolo Borsellino, assassinato da Cosa Nostra 27 anni fa, diventata voce forte nel reclamare giustizia dopo anni di depistaggi sull’eccidio dell’estate del 1992. A Fiammetta è già stato conferito il “premio Eccellenza Franco Salvatore” lo scorso maggio, con la motivazione “Per l’impegno morale e civile vissuto come figlia vittima di una strage che ha sconvolto la storia della nostra Repubblica…non ha mai perso la determinazione e la forza nella ricerca della verità disattesa, scuotendo le coscienze e seminando speranza soprattutto nei giovani”. «Il desiderio di condividere con i giovani – ha spiegato Fiammetta Borsellino – la mia esperienza personale. Lo faccio con umiltà e lo sento come un dovere civile, prima come figlia e poi come cittadina». A lei il compito di contribuire a portare avanti la mission del prossimo Magna Grecia Awards il 23 maggio 2020 sempre a Gioia del Colle.

Ecco chi sono i protagonisti che ha intervistato e premiato Fabio Salvatore durante il Galà. I nomi parlano da sé:

CRISTINA CHIABOTTO (per la sua attenta attività solidale in particolar modo per i bambini e la ricerca contro il cancro);

FRANCESCA FIALDINI (volto rassicurante della Rai e voce narrante della Passione di Gesù in diretta mondiale con il Santo Padre dal Colosseo di Roma);

ANDREA CASCHETTO (chiamato “ambasciatore del sorriso” dall’Onu durante la Giornata Mondiale della Felicità del 2016 durante il suo speech all’Assemblea delle Nazioni Unite; visita gli orfanotrofi di tutto il mondo);

IVAN COTTINI (ballerino scoperto da Maria de Filippi di ‘Amici’, perchè lotta e balla nonostante sia costretto alla sedia a rotelle a causa della sclerosi multipla);

KLAUS DAVI (per essersi impegnato per il riscatto dell’immagine del Sud, per le sue imprese a favore di una cultura per la legalità);

ALESSIO VIOLA (per la sua caparbietà e talento nel trasmettere informazioni alla società, perfetta sintesi della tradizione e dell’innovazione giornalistica).

Dopo la consegna dei riconoscimenti, la serata ha visto la partecipazione straordinaria del cantautore siciliano di grande fama Giovanni Caccamo, che si è esibito in uno speciale concerto avanti al numeroso pubblico arrivato nel maniero federiciano di Gioia del Colle. Sul palco con lui hanno partecipato anche l’attrice Anna Nicastri e il musicista Jacopo Antonicelli al pianoforte, che hanno reso uno speciale omaggio dedicato al cantautore Mango scomparso nel 2014.

Intensi i momenti coreografici del balletto curato dalla maestria di Angela Mastrovito assieme ai ballerini Francesco de Simone e Francesco Bax, che hanno solcato la scena davanti alla sorprendente installazione che accoglie le opere dipinte da 18 artisti del territorio. Grazie all’incontro tra Magna Grecia Awards e la Galleria Nartist, viene proposto un nuovo modo di vivere l’arte come esperienza quotidiana, con la piena volontà di legarsi a una intensa narrazione territoriale e valoriale.

Il Magna Grecia Awards sceglie per la prima volta un unico sostenitore autorevole, Gioiella, per la sua capacità di trasmettere i valori di un territorio nel mondo che, nel manifesto del Magna Grecia Awards, rispecchia la sua vera essenza etica, sociale, culturale e solidale. “Abbiamo sostenuto questa iniziativa perché è vetrina di valorizzazione dei talenti del territorio, che è anche il DNA della nostra azienda”. Commenta Andrea Brandonisio manager Gioiella.

Il Magna Grecia Awards è un progetto che ha fatto dei valori della bellezza e dell’identità il proprio focus. Abbiamo voluto ‘sposare’ i talenti del territorio con i talenti nazionali per comunicare entrambe le eccellenze.” – Ha spiegato Fabio Salvatore, che in questa speciale occasione ha acceso i riflettori anche per ricordare quanto sia fondamentale il riconoscimento da parte del Ministero della Salute della fibromialgia, una malattia invalidante che colpisce circa 2 milioni e mezzo di persone e che dovrebbe essere inserita nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza).

Dalla madre patria Grecia, l’arte, la letteratura, la filosofia, il teatro, la poesia, la produttività, influenzarono in modo decisivo la vita delle colonie dando alla Magna Grecia credito e valore nel divulgare il pensiero massimo di formazione di uomini e donne, capaci di segnare i percorsi conoscitivi e umani dei secoli a venire. Si è scelto di istituire un premio che richiama la bellezza dell’anima e della mente. Nel 1996 lo scrittore e regista pugliese Fabio Salvatore decise di fondare il Magna Grecia Awards e, per la 23esima edizione, il 23 maggio 2020, sarà sempre Gioia del Colle a omaggiare uomini della cultura, dello spettacolo della comunicazione e del sociale. Ogni anno vengono portate sul palco esperienze di pura bellezza non solo per l’anima ma anche per la società che viviamo.

Il Magna Grecia Awards è patrocinato da: Comune del Gioia del Colle, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Puglia, Polo Museale della Puglia, Museo Nazionale Archeologico, Teatro Pubblico Pugliese e Pro Loco Gioia del Colle.