“Ginnaste”, giovani donne a caccia dell’Oro

254

Servizio di Giacomo Aricò

Nel palinsesto autunnale di Mtv, ci sarà un nuovo appuntamento, “Ginnaste”, un docureality che racconta la vita sportiva ed emotiva di sette ginnaste adolescenti,tra i 14 e i 20 anni, che vivono, studiano e si allenano nel Centro Federale di Ginnastica Artistica di Milano, in vista dei Mondiali di Tokyo di ottobre 2011 (dal 17 ottobre, dal lunedì al venerdì alle 15 e alle 19.30 e ogni venerdì lo speciale alle 21).Le telecamere di Mtv seguiranno per tre mesi le giovani atlete della nazionale italiana, inquadrando la loro crescita attraverso disciplina, fatica, sudore, emozioni, piccoli drammi e grandi gioie. Senza filtri e senza censure, vedremo ragazze alle prese con i ritmi implacabili dell’allenamento sportivo, la pressione delle competizioni internazionali, e non solo. Si vedranno anche i primi turbamenti amorosi, le preoccupazioni scolastiche, i mutamenti della crescita, le crisi dovute alla lontananza dalle famiglie, le amicizie e le gelosie con le compagne di squadra. Accanto a loro gli allenatori, il fisioterapista che raccoglie i loro sfoghi, il tutor che le segue nella vita extra sportiva e le accompagna per il poco tempo concesso allo “svago” dopo le otto ore giornaliere di allenamenti. Nella stessa palestra anche la squadra maschile che vive e si allena nel centro e condivide con le ragazze uno stile di vita extra ordinario.Vedendole impossibile non pensare alla cronaca, alla povera Yara Gambirasio che inseguiva lo stesso sogno.A fare da testimonial a questa produzione di Mtv Italia, l’ex ginnasta Igor Cassina, campione Olimipico ad Atene 2004 nella sbarra, primo italiano a riuscirci con questo attrezzo (conquistando la medaglia numero 500 dell’Italia ai Giochi). Cassina ha detto di essere stato “fortunato ad avere un centro tecnico a un kilometro di casa. Queste ragazze devono anche sacrificare la voglia e il tempo di stare con le proprie famiglie”. Per Igor, che si è laureato in Scienze Motorie e dello Sport, è poi importante terminare gli studi: “la scuola ti dà una formazione. Lo sport è un’esperienza che per quanto importante e gratificante un giorno finirà. Così è necessario avere tutte le carte e la conoscenza per entrare a far parte della società moderna”.Parole sagge di un campione olimpico, che ha sudato, lottato e vinto.

 

 

Ascolta l’intervista a Igor Cassina