Stampa, fatturato pubblicità giù del 25%

Il dato dell’Osservatorio Stampa Fcp: mercato ridimensionato di un quarto rispetto a 12 mesi fa. E’ giusto chiamarla ancora crisi o si è imboccato irrimediabilmente il viale del tramonto?

twitter@g_santaniello

Numeri alla mano, più che di crisi, si dovrebbe parlare di pericolo di estinzione. Ma tant’è: tra gennaio e aprile 2013, il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale registra un calo del 25,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il mercato, quindi, in 12 mesi si è ridimensionato addirittura di un quarto.

pubblicitàLo riferisce ‘Italia Oggi’ in edicola citando i dati dell’Osservatorio Stampa Fcp, da cui si rileva poi che i quotidiani a pagamento, nel loro complesso, segnano un -24,4% in termini di fatturato e un -13,2% in termini di spazio.

L’andamento e’ confermato dai dati relativi alle singole tipologie: la Commerciale nazionale ha evidenziato un -31,9% a fatturato e un -22,2% a spazio, la Di Servizio -11,8% a fatturato e -3,4% a spazio, la Rubricata -16,1% a fatturato e -11,8% a spazio.

La pubblicita’ Commerciale locale ha ottenuto -21,2% a fatturato e -11,4% a spazio.

La sfilza di segni meno arriva meno di una settimana dopo i dati della Nielsen, l’azienda di misurazione e analisi di acquisti e consumi secondo cui, nel 2012, gli investimenti pubblicitari, in generale, sono calati del 14,5%.

Per Nielsen, quello trascorso, quindi, è stato l’anno peggiore degli ultimi 20, facendo scendere di ben 8 miliardi il giro d’affari.

Anche in quel caso, non si rilevava nulla di buono per il 2013. Nielsen misurava il primo trimestre 2013 con un fatturato complessivo fermo a poco meno di 1,7 miliardi di euro con una variazione del 18,9% rispetto allo stesso periodo del 2012.