Con quella bocca continua a dire la verità: “Carosello? Superato”

172

Virna Lisi: “Ai miei tempi era carino. Ma la televisione e la pubblicità di oggi sono un’altra cosa”

twitter@SpotandWeb

Con la bocca che si ritrova, anche a 76 anni, può dire tutto ciò che vuole. Anche la verità su Carosello 2.0, solo lontanissimo parente della striscia pubblicitaria che, facendo da testimonial al dentifricio Chlorodont, dal 1958, la fece entrare nelle case (e nelle grazie) degli italiani proprio con quello slogan.

virna lisi
Virna Lisi

”Carosello oggi e’ un po’ patetico, superato – confessa Virna Lisi – All’epoca, era un’istituzione, era l’ora in cui i bambini andavano a letto. Aveva una tenerezza che oggi non c’e’ piu’. Mi piaceva molto, e ci sono affezionata. I miei spot con la storia della donna che non sapeva non dire la verita’ erano molto amati e lo sono tuttora. Era una trasmissione giusta per la mentalita’ di allora. Ma oggi la televisione e’ molto cambiata, e con lei anche la societa”’.

I dati Auditel della seconda puntata che indicano il dimezzamento del numero di telespettatori rispetto al debutto di lunedì (da 11 a 6 milioni, dall’elaborazione Auditel minuto per minuto by Media Consultants), sembrano proprio darle ragione.

”Oggi non abbiamo piu’ niente da scoprire ed e’ meglio cosi”’, ironizza l’attrice in un’intervista concessa all’Ansa – E poi la pubblicita’ e’ piu’ caotica di una volta. Spesso non si capisce per chi siano fatti gli spot, a chi siano diretti. C’e’ un gran caos. Se la riproposizione di Carosello voleva dire dare un ordine, mettere tutta la pubblicita’ in una sola fascia oraria, sarebbe stato meglio. Però non mi sembra che sia cosi”’.

Ma se glielo proponessero, tornerebbe a girare una pubblicita’ per Carosello?

”Non saprei quale potrebbe essere il mio apporto. Non credo che accetterei. E poi non vedo l’ora di riposarmi un po’…”