Come sviluppare una relazione virtuosa fra ecommerce e social media

497

social-commerce-cartLa diffusione dei social media sta cambiando radicalmente la modalità di interazione fra consumatori e aziende. Questo vale sia per i grandi brand che per le realtà più piccole. In questo scenario, le persone non sono più silenziose fruitrici di informazioni, ma protagoniste di un dialogo costante.

Questa nuova prospettiva può dare luogo a scenari interessanti anche nell’ambito della promozione dell’ecommerce. Oggi, infatti, anche piccole e medie imprese possono avere la possibilità di sviluppare strategie di vendita multicanale e di rivolgersi ai mercati esteri grazie all’ecommerce.

Ecco alcuni suggerimenti di base per chi intende utilizzare i Social Media nella promozione della propria strategia ecommerce

1. Le persone utilizzano i social media per comunicare, esprimersi e intrattenersi, ma quasi mai per informarsi. Ecco perché la presenza sui social non può che basarsi sull’intrattenimento  sul coinvolgimento delle persone. Sono altri i luoghi (il sito, il blog…) dove veicolare valori e dove descrivere prodotti e servizi.

2. Sulla rete sta sempre più crescendo il ruolo degli influencers. Un’azienda lungimirante può stabilire collaborazioni con loro, offrendo di testare prodotti e di veicolare valori condivisi. Questo è particolarmente diffuso nel mondo della moda, ma sta diventando molto comune anche nel campo della tecnologia. In un mondo sempre più basato sulle relazioni, queste persone hanno la capacità di offrire un valore aggiunto positivo all’azienda che voglia promuovere un proprio ecommerce.

3. I Social devono rappresentare un primo punto di contatto e interessare il potenziale cliente. Ecco perché è importante postare elementi “condivisibili” come video e immagini. Lo scopo? Creare fiducia e riconoscibilità del brand.

4. Infine, ricordiamoci che raramente i social generano conversioni “dirette”. Sono luoghi dove i contenuti postati scorrono rapidamente e dove non basta essere presenti per ottenere immediatamente un riscontro.

L’insegnamento da trarre? Le aziende dovrebbero costruire una buona presenza sui social per farsi conoscere e attrarre l’attenzione del potenziale pubblico. Ma, per ottenere risultati, devono soprattutto essere capace di veicolare il potenziale intercettato sui social verso altri canali: in primo luogo il sito. Solo in questo modo sarà possibile portare valore aggiunto all’ecommerce e creare un circuito virtuoso fra presenza sui social e vendite online.

Per chi fosse interessato a saperne di più, The Vortex propone:

Corso Ecommerce: vendere attraverso il proprio sito, con Amazon e con eBay