Bulova sponsor della settima edizione del rally “Via Flaminia”

Il celebre brand di orologeria Bulova, a cui si deve l’invenzione del movimento Accutron, utilizzato nella tecnologia NASA e nella missione Apollo, anche quest’anno rinnova la sua sponsorship dell’originale rally “Via Flaminia”.
Bulova ha deciso di legarsi al tour “Via Flaminia” per le caratteristiche che accomunano le macchine che partecipano alla manifestazione e gli orologi Bulova: un grande valore storico, affidabilità e alta qualità.
“Via Flaminia” è un suggestivo rally che attraversa gli Appennini e al quale possono partecipare tutti i possessori di un’ auto d’epoca, costruita prima del 1974 e di fabbricazione preferibilmente italiana. Quest’anno per la prima volta ad una delle gare in programma parteciperanno anche autoveicoli costruiti prima del 1948. Le gare previste sono 3 e saranno corse rispettivamente dal 21 al 28 maggio, dal 4 all’11 giugno e dal 17 al 24 settembre. Si tratta di una particolare gara sportiva per cui per vincere non è importante la velocità; la “Via Flaminia” è un percorso che impegna i partecipanti in 200-250 km al giorno, attraverso paesaggi pittoreschi, solitari, spettacolari e la cui finalità é in primis quella di trasmettere la passione degli italiani per i piaceri della vita e per i motori.
La 7° edizione del rally partirà da Mantova (Piazza Sordello), percorrerà la Strada della Futa fino a giungere nei pressi del Gran Sasso e terminerà vicino a Roma. Tutte e tre le gare seguiranno lo stesso percorso.
Per quanto riguarda il percorso delle auto classiche la distanza complessiva coperta sarà di 1.600 km, mentre per le auto ante-guerra i km totali saranno 1.200.
Tra le auto ante-guerra che parteciperanno saranno presenti anche 6 auto modello Itala che hanno corso il celbre raid Pechino – Parigi e appartenuta ai Sig.ri David e Karen Ayre; si tratta del più vecchio modello d’auto presente e risale al 1907. Inoltre correrà anche il modello Knox Raceabout di Michiel Laarman e la Lancia Theta di Daniel e Roby Ward.
Il Rally delle auto ante-guerra sarà patrocinato dal sito internet PreWarCar.com che seguirà la manifestazione e ogni giorno pubblicherà sulla home page i video dell’evento. Le altre tappe del percorso vedono protagonisti luoghi come il Castello di Serravalle, la Piazza Grande di Arezzo, il centro storico di Gubbio e di Norcia, Rocca Calascio sul Gran Sasso e Rieti.
Il percorso delle auto classiche, più lungo, prevede un rientro allungato con un passaggio per Termoli.
Come luogo di soggiorno per i partecipanti al rally é stato scelto Palazzo Loup nel comune di Loiano; simbolo dell’Italia, avrà l’onore quest’anno di sponsorizzare il nostro paese presso un pubblico internazionale.