Paul Knegten Chief Marketing Officer di Outbrain

Outbrain Inc., una delle principali piattaforme di recommendation dell’open web, ha annunciato la nomina di Paul Knegten al neo-creato ruolo di Chief Marketing Officer, con il compito di espandere le attività di marketing globale dell’organizzazione, dopo la recente IPO della società. 

Paul Knegten

Knegten guiderà le iniziative marketing su scala globale di Outbrain e sarà determinante nella promozione del brand di Outbrain. Supervisionerà la pianificazione global e delle singole region, lo sviluppo e l’esecuzione dei programmi e delle campagne di marketing strategico e di prodotto di Outbrain.  

Con un profondo background nell’ad tech, Knegten si è fatto un nome presso brand leader quali Comcast, Yahoo!, MediaMath e altri. Prima di entrare in Outbrain, Knegten è stato CMO di Beeswax – acquisita nel 2021 da FreeWheel di Comcast. Dopo l’acquisizione di Beeswax, Knegten si è unito a FreeWheel, la principale piattaforma CTV, come senior marketing executive. Knegten porta la sua esperienza nel settore in iper crescita dell’ad tech in Outbrain alla luce anche dell’acquisizione di Video Intelligence AG, una piattaforma video contestuale nello spazio CTV.

“Paul è un’aggiunta di talento, esperienza e competenza al nostro team esecutivo e la persona ideale per guidare il nostro brand e il marketing globale”, ha dichiarato David Kostman, Co-CEO di Outbrain. “La vasta e comprovata esperienza di Paul nei nostri mercati porterà un contributo inestimabile al nostro percorso di crescita come piattaforma di raccomandazione leader per l’open web attraverso le piattaforme”.

“Ho seguito Outbrain sin dalla sua fondazione con ammirazione e sono oltremodo entusiasta di unirmi a questo fantastico team e di supportare lo sviluppo di una tecnologia senza pari e la leadership di prodotto di Outbrain” ha affermato Paul Knegten, nuovo CMO di Outbrain. “Siamo in un momento emozionante per la industry pubblicitaria che, secondo le proiezioni, supererà i 1.000 miliardi di dollari entro il 2025. E’ un’industria sempre meno dipendente dai cookie e che si muove ancora di più verso piattaforme come Outbrain, capaci di offrire valore attraverso il contesto e una migliore esperienza utente”.