Acqua Group presenta Dystopiacqua

428

Acqua – gruppo data-driven specializzato nella consulenza e nella comunicazione integrata omnichannel, associato UNA, Confindustria Intellect e CNCC e guidato da Davide Arduini e Andrea Cimenti – presenta Dystopiacqua: tredici racconti firmati Acqua Group e Young Digitals per immaginare il futuro post-Covid, fra ironia, distopie e nuovi possibili scenari per il marketing che verrà.

Un progetto prettamente creativo, sviluppato interamente con risorse interne e nato all’indomani del lockdown, Dystopiacqua è un laboratorio di emozioni condivise per la prima volta da un’agenzia con l’intenzione di farne un contenuto utile non solo ai brand ma anche alle altre agenzie.

Così come i dati con i quali lavoriamo devono essere raccolti e interpretati, anche le emozioni hanno un processo di incubazione che va immerso nella realtà, sia essa di fantasia o concreta. Con Dystopiacqua, Acqua Group e Young Digitals vogliono lanciare un invito, e insieme, una sfida: esorcizzare le paure e le incognite del mercato ai tempi del Coronavirus provando a immaginare in che modo questa pandemia cambierà il nostro modo di vivere, lavorare e relazionarci con gli altri, con uno sguardo ai nuovi possibili scenari legati al mondo del marketing e della pubblicità.

Sono nati così i tredici racconti scritti e illustrati dai creativi e professionisti di Acqua Group e Young Digitals durante il lockdown, oggi raccolti all’interno di un mini-sito dedicato, dystopiacqua.com. Tredici finestre su un futuro più o meno prossimo, tredici “novelle” sospese fra ironia e distopia che, come in un moderno Decameron, trasformano il piacere dello storytelling nel più potente antidoto contro lo smarrimento del presente.

Dalle nuove modalità di incontro imposte dal distanziamento sociale alle nuove figure professionali nate sull’onda dell’emergenza, fino ai nuovi spazi media e alle nuove opportunità che potrebbero aprirsi per i brand. Con l’augurio che – qualunque sia lo scenario che ci aspetta – sarà sempre la creatività ad avere la meglio.

Francesco Guerrera, Group Executive Director di Acqua Group, spiega così la genesi del progetto: “Ci siamo chiesti spesso in questo periodo come sarebbe cambiato il nostro mestiere nei mesi e anni a venire. Abbiamo analizzato i dati, abbiamo simulato, abbiamo lavorato tanto e in tante direzioni. Però alla fine ci mancava qualcosa, ci mancava il lato umano, quello che solo le menti creative sanno immaginare e proiettare nel futuro. Abbiamo quindi deciso di immaginarci, sia per noi sia per i nostri clienti, delle distopie possibili e panorami distopici all’interno dei quali immergere le nostre proposte creative. È così nato una sorta di laboratorio dove testare le emozioni e non solo i dati”.

Credits

Group Executive Creative Director: Massimo Del Monaco e Francesco Guerrera

Storie: Corrado Bertini, Massimo Del Monaco, Francesco Guerrera, Veronica Maggi, Michele Polico, Nunzio Tomasello

Illustrazioni: Fabrizio Frasca, Francesco Guerrera, Veronica Maggi, Iris Irma Alida Marconi, Victoria Pissolito

Web design: Iris Irma Alida Marconi