Esmeralda Mingo García CEO per la Spagna e l’America Latina del Gruppo Comdata

Il Gruppo Comdata, uno dei principali provider globali di servizi innovativi nel Customer Management BPO (Business Process Outsourcing), annuncia che Esmeralda Mingo García è entrata a far parte del Gruppo come nuovo CEO per la Spagna e l’America Latina; l’incarico di nuovo CEO ha efficacia a partire dal 1° Maggio 2020.

Esmeralda Mingo

Grazie alla nomina di Esmeralda Mingo García, il Gruppo Comdata rafforza ulteriormente la propria struttura manageriale. Sotto la guida del Group CEO Alessandro Zunino e grazie alla forte esperienza di Esmeralda, Comdata si pone nelle migliori condizioni per guidare la trasformazione del business BPO in Spagna e America Latina, sviluppando soluzioni di customer management basate su innovazioni tecnologiche e asset digitali per assicurare la massima soddisfazione del cliente.

“Sono davvero orgogliosa di poter contribuire alla crescita di Comdata, un Gruppo di rilevanza globale che è stato capace di anticipare i trend di mercato: credo fermamente nella visione di Comdata, incentrata su clienti e dipendenti. Sono impaziente di iniziare a lavorare con determinazione per supportare i nostri clienti spagnoli e sud-americani rispondendo efficacemente alle loro esigenze”, ha aggiunto Esmeralda Mingo García.

Esmeralda Mingo è laureata in Legge presso l’Università Complutense di Madrid e ha un Master in Business Administration ottenuto presso l’Instituto Europeo de Estudios Empresariales. Esmeralda ha inoltre conseguito un Master in Digital Transformation presso l’ESIC Business & Marketing School. Grazie a una vasta esperienza sviluppata in contesti internazionali, Esmeralda ha acquisito una forte competenza nel settore delle relazioni con i clienti e in particolare nell’outsourcing delle vendite, nel supporto tecnico, nel servizio clienti e nei processi di ottimizzazione del business per società multinazionali. Negli ultimi dieci anni Esmeralda ha ricoperto la carica di General Manager per Sitel, con la responsabilità di Spagna, Portogallo e Italia.