In Store

di Roberto Bonin

Roberto Bonin
Roberto Bonin

Numerose e grandi novità per il mondo della distribuzione italiana che ne approfitta dell’arrivo della bella stagione per rinascere in tutto il suo splendore come, se per incanto, fosse catapultata nella “Primavera” di Botticelli.
Si inizia dall’instancabile mondo della GDO che ha visto nascere in questi giorni la nuova centrale multi-insegna e multi-servizio D.IT – Distribuzione Italiana, grazie al coinvolgimento dei due marchi SIGMA e SISA che, pur mantenendo la loro identità di brand, vengono così a condividere un progetto comune che punta a sviluppare un fatturato stimato di ben 4 miliardi di euro, con una quota di mercato nazionale di circa il 3%.

A questo si aggiungono le ottime performance annunciate da Simply Etruria che ha comunicato ricavi per oltre 211 milioni di euro e un risultato netto di esercizio superiore ai 3 milioni di euro. Nonché l’accordo di collaborazione tra Selex e Acqua&Sapone, finalizzato a rafforzare le sinergie tra le rispettive organizzazioni, in modo da ampliare il perimetro della loro partnership a 3 nuove aree: le marche del distributore, gli acquisti di prodotti e servizi non destinati al commercio e lo sviluppo di strumenti e servizi innovativi.

Spostandosi invece sul fronte della distribuzione specializzata, c’è da registrare la Convention annuale di Unieuro di Milano, occasione in cui l’insegna del Cuore ha voluto celebrare gli ottimi risultati raggiunti, sia di fatturato che di espansione, e comunicare al mercato i suoi obiettivi e traguardi futuri. Oltre a un ottimo debutto del suo titolo in Borsa il management di Unieuro ha difatti comunicato un fatturato di ben 1,66 miliardi euro e l’aumento della sua rete vendita che, grazie anche alla recente acquisizione dei punti vendita ex Andreoli Euronics, può contare adesso su un totale di 460 store, di cui 180 a gestione diretta. Tra i punti cardine della strategia per i mesi a venire, l’ottimizzazione della sua formula multicanale, il potenziamento del customer engagement e una maggiore efficienza che passa anche e soprattutto dal raddoppio della superficie del suo hub logistico di Piacenza.

Davvero tante le nuove aperture: si inizia con la distribuzione despecializzata con il nuovo punto vendita Conad di Sarre (Aosta) e il nuovo format PAM presentato a Vicenza, fino ad arrivare al primo supermercato firmato Auchan a sbarcare in Italia (e più precisamente, nel cuore di Piacenza, nda) e al primo Pet Store Iperal inaugurato  all’interno del centro commerciale Fuentes di Piantedo (Sondrio). Completamente ristrutturato, invece, il piccolo punto vendita COOP di Albisola (Savona).

Sul fronte della distribuzione specializzata, viceversa, c’è da segnalare il nuovo Trony di Trapani, i tre mini Trony calabresi (Acri, Montepaone e Santo Stefano di Rogliano), i due nuovi Maxi Zoo di Grandate (Como) e Verona (aperto nel più grande format XXL), il nuovo negozio Lush di Porte di Roma e il nuovo Unieuro di Orio al Serio (Bergamo), inaugurato all’interno del grande centro commerciale Orio Center, in occasione della sua ristrutturazione e ampliamento. Il grande mall bergamasco, difatti, è stato completamente rivisto e ampliato a oltre 150mila mq, occupati da ben 280 esercizi commerciali, tra cui 50 punti ristoro, 14 sale cinema, inclusa la sala Imax con lo schermo più largo d’Europa, un ipermercato e oltre 7mila posti auto.

Nuova di zecca anche la sede centrale di Kasanova che ha inaugurato ad Arcore (Monza e Brianza) un grande hub ultramoderno di circa 2.500 mq di superficie.
Proprio la grande insegna del settore Pet Maxi Zoo che, oltre ad aver comunicato un fatturato record di 90,5 milioni di euro, ha anche annunciato i suoi piani di sviluppo per il triennio 2017-2020, periodo in cui l’azienda prevede di raggiungere una rete vendita di ben 250 negozi. Entro la fine dell’estate, in più, sempre Maxi Zoo introdurrà il nuovo concept Future Store 2.0 e lavorerà a un proprio sistema di ecommerce che potrà essere declinato e applicato ai diversi Paesi europei.

Grande, e del tutto inaspettata, novità anche sul fronte dei cambi di poltrona, con il “guru” Pierluigi Bernasconi che entra in Mondadori in qualità di nuovo Amministratore Delegato di Mondadori Retail.
Novità infine anche sul fronte del commercio elettronico, con le più che buone performance annunciate da ePrice per i primo trimestre (circa 45,8 milioni euro, nda) dell’anno e dalla nascita del nuovo portale Cosìcomodo di Selex, progetto per la spesa online che raggruppa in un unico contenitore l’offerta di più insegne. Grande novità, poi, l’arrivo nel nostro Paese di Amazon Pay e, soprattutto, Apple Pay a cui, numerose insegne distributive tra cui per prime Carrefour, Unieuro e Monclick, hanno già aderito.