In Store

di Roberto Bonin

La campanella di Unieuro è suonata. E, tra la commozione e gli sguardi quasi increduli del management guidato dall’AD Giancarlo Nicosanti Monterastelli, l’insegna del Cuore ha fatto finalmente il suo ingresso a Piazza Affari. In totale, sono state collocare 6.363.637 azioni, e a esito del collocamento istituzionale, il flottante è stato pari al 31,8% del capitale sociale con un prezzo di offerta fissato in 11,00 euro per azione.


Roberto Bonin
Roberto Bonin
Sicuramente, una bella notizia non solo per la società romagnola, ma per tutto il mondo della distribuzione italiana che, perdurare della crisi o meno, sembra forse aver finalmente preso la strada per l’uscita dal “tunnel” in cui si era ficcata (forse anche un po’ da sola!) da qualche tempo.

Non è un caso, infatti, che gli analisti di Nielsen abbia stimato nel corso del 2016 una crescita del +0,9% del mercato dei prodotti di largo consumo nei nove principali mercati dell’Europa occidentale (Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Spagna, Belgio, Paesi Bassi, Austria e Portogallo), per una spesa complessiva di ben 4,3 miliardi di euro in più.

Così come non è un altrettanto caso che i contenuti del 4° European TCG REtail Summit svoltosi nelle settimane scorse a Berlino siano stati assolutamente positivi: “serve un cambio di passo e un cambio di mentalità”, è stato il coro unanime dei principali retail specializzati accorsi nella capitale tedesca.

“La multicanalità non basta più ed è fondamentale tornare a un concetto di servizio su misura per il consumatore finale, in cui la vendita del prodotto sia solo uno dei tanti step del rapporto col cliente e non il punto di arrivo e di conclusione”. Le best practice in Europa e nel mondo ci sono – così come si è potuto saggiare con mano a Berlino – ed è sufficiente conoscerle e carpirne i segreti.

Buone notizie anche sul fronte delle nuove aperture, con due nuovi store a insegna Media World a Verona e a Brindisi e un nuovo Trony a Caronno Pertusella (Varese). 
Lo stesso anche sul fronte della GDO, con un nuovo Interspar a Verona, due nuovi Pam Local a Milano e a Reggio Emilia, e un nuovo supermercato a insegna EMI a Roma, nonché la completa ristrutturazione delle due COOP di Ellera (Savona) e Avezzano (L’Aquila).

In continua espansione, inoltre, anche per le due insegne specializzate del settore PET Maxi Zoo, con due nuovi store a Chioggia (Venezia) e Grumello del Monte (Bergamo), e Arcaplanet con un nuovo negozio a Merate (Lecco).

Ultimo ma non ultima, infine, anche il brand Illycaffè, che ha approfittato del Fuorisalone per inaugurare il suo nuovo flagship store nell’elegante via Montenapoleone a Milano.

Ma non è tutto. Sull’onda delle nuove aperture e dei bilanci in sostanziale ripresa, si è voluta anche pronunciare l’insegna discount Penny Market che ha annunciato un importante piano per il biennio 2017-2018 che prevede investimenti per oltre 100 milioni di euro, destinati allo sviluppo della rete di vendita – con ulteriori 25 punti vendita entro il 2017 – nonché al rinnovo degli ambienti e degli store, della sede e al potenziamento della logistica.

Sul versante dei cambi di poltrona, invece, c’è da segnalare l’entrata di Giorgio Molinari nel management di Euronics Galimberti nel ruolo di General Commercial Manager, che prevede la responsabilità sull’intero settore commerciale dell’azienda con particolare supervisione dei comparti Acquisti, Vendite e Marketing.

Novità, infine, anche sul fronte dell’ecommerce, con ePRICE che ha finalizzato l’acquisizione di una parte del capitale di Click&Quick Distribution S.r.l., società di spedizioni che gestisce il trasporto e la consegna di merci sull’intero territorio italiano.


loading…