CheckBonus va in TV

214

Al via sulle reti televisive Mediaset la nuova campagna CheckBonus, l’app che permette di ottenere buoni spesa e gift card semplicemente entrando negli store fisici e di interagire con i brand all’interno dei supermercati.

La nuova campagna televisiva CheckBonus, ideata dall’Agenzia di Pubblicità ADV Activa e realizzata dalla casa di produzione Perigeo Associati, è partita domenica 9 aprile. Gli spot saranno on air nel periodo aprile – giugno con formati da 15 e 30 secondi. La pianificazione coinvolgerà Mediaset, che figura già tra gli investitori di CheckBonus, con una concentrazione importante di passaggi nel prime time e presenza mirata nei canali e nelle fasce orarie in cui si evidenzia una più alta percentuale di spettatori in target.

Indirizzata a tutti gli appassionati di shopping ma anche a chi è attento al risparmio, soprattutto nella fascia dei Millennial, lo spot presenta CheckBonus come l’app da favola che ti premia ancora prima di iniziare a fare shopping. Una moderna versione di Biancaneve rimanda al mondo della magia che diventa realtà. Grazie alle funzionalità CheckBonus è infatti possibile accumulare punti e ottenere gift card semplicemente entrando nei negozi. Se “i sogni son desideri”, sempre per rifarci al mondo della fantasia, con CheckBonus qualcuno si avvera e farsi o fare un regalo diventa possibile semplicemente tornando a fare compere presso i negozi reali.

“Questa campagna televisiva costituisce un passo importante per l’applicazione” spiega Pierluigi Casolari, Founder CheckBonus “CheckBonus si basa già su un circuito di oltre 2.000 negozi convenzionati, più di 400.000 utenti e ben 10 catene tra le più importanti in Italia e, a pochi mesi dall’aggiunta della nuova funzionalità SCAN che permette di dialogare con i brand della GDO, ci apprestiamo a compiere questo nuovo passo per promuovere l’app e tutti i vantaggi connessi sia per gli utenti, sia per le aziende che vogliono creare strategie di marketing innovative per riportare i clienti presso gli store fisici”.