Il gioco nei film: una lunga storia d’amore

333

Sono tra le scene di film e spettacoli che meglio regalano quell’aurea di mistero, avidità, coraggio e spocchia. Solitamente c’è un croupier impassibile nella sua giacca bianca che con movimenti e frasi stereotipate sembra decidere il destino di chi spera di sbancarlo. Il culmine del pathos si raggiunge quando c’è il lancio di dadi o palline che vorticose roteano dell’aria o su ruote numerate per poi fermarsi e regalare sogni o disperazione.

f179a29c-4ab0-11e5-9f8d-485b3977183d_594_446Il gioco d’azzardo è per i registi uno degli elementi immancabili per trame legate allo spionaggio o all’amore.

Chi non ricorda “Proposta indecente”? Nella pellicola di Lyne, l’amore da Diane e David si intreccia al tavolo da gioco, alla sfrontatezza di chi dopo aver vinto conquistando il cuore dell’amato, sfida la sorte cadendo in un baratro fatto di fascino – Robert Redford – e sfortuna per poi ritrovare i sentimenti eterni.

Il gioco è in “Casinò royale” lo sfondo dell’agente segreto di sua Maestà e dei servizi che deve portare a termine. Il momento clou si registra attorno a un tavolo da poker: è lì che 007 deve sfoggiare maestria, eleganza e intuizione per portare a termine una missione complicata. Suspense e tensione si avvertono da sguardi, carte e voglia di infierire il colpo decisivo all’avversario.

Il gioco d’azzardo resta dunque – seppure preso con le dovute cautele – un momento di innegato e innegabile fascino. E ora grazie a Betfair codice promozionale, è possibile immergersi in atmosfere da film per sentirsi non solo acuti giocatori ma anche affascinanti attori. Perché che si tratti di roulette o poker, il gioco d’azzardo è senza ombra di dubbio quel quid che dona a una scena un non so che di misterioso e sexy.

Basta pensare allo scandaloso film “Showgirls” ambientato a Las Vegas dove a puntate e speranze di vincite milionarie segnalate anche dal rintocco di slot machine, si alternavano corpi e movenze ammiccanti.

Il gioco d’azzardo è anche protagonista in uno dei film che hanno consentito ai cinefili di apprezzare e amare Tom Cruise. “Rain man” in cui il protagonista era un impareggiabile Dustin Hoffman, racconta l’autismo e le difficoltà che chi ne è affetto incontra. Narra però anche dell’intuizione matematica dell’uomo autistico, capace di vincere denaro grazie proprio alla sua intuizione. Ambientato in alcune scene a Las Vegas, il film sciorina la strategia del conteggio delle carte del gioco del blackjack  a cui si associa la capacità del protagonista di utilizzare i numeri a proprio piacimento.

Nella pellicola “Cirupier”, il protagionista ha un sogno: diventare scrittore. Ma non riesce a scalare le classifiche e allora pur di tirare a campare, si inventa croupier e finisce in un casinò di Londra. Il nuovo lavoro riesce a dargli una marcia in più trasformando i tavoli del blackjack in un assioma di vita in cui il caso in molte situazioni, definisce il percorso di vita.