Jobop partecipa a SMAU Milano – Speciale Startup SMAU

Jobop parteciperà a SMAU Milano 2015. Sarà questo il lancio ufficiale della prima piattaforma dedicata al mondo del lavoro occasionale. Creata per mettere in contatto diretto ed immediato aziende e lavoratori occasionali, senza alcuna intermediazione, Jobop è lo strumento indispensabile per le aziende che vogliono risparmiare tempo e denaro e per i lavoratori che cercano nuove opportunità.

Jobop

In occasione del salone sull’innovazione e tecnologia al servizio dell’impresa italiana, punto d’incontro privilegiato per investitori, imprenditori e manager di imprese interessate a comprendere le opportunità di innovazione per la loro azienda da parte di start­up ed acceleratori di innovazione, Jobop presenterà ufficialmente il suo progetto al pubblico del settore ICT di SMAU.

Jobop è una start­up nata per soddisfare le improvvise necessità aziendali di reperire rapidamente lavoratori occasionali in modo semplice, veloce e legale. Le aziende registrate lanciano JIR (richieste di lavoro istantanee) filtrate per zona di disponibilità, data prestazione e mansione. I Jobopper (lavoratori iscritti al portale), contattati direttamente dalle aziende per svolgere la prestazione di lavoro occasionale richiesta, saranno retribuiti tramite buoni lavoro INPS (Voucher).

La piattaforma include anche un software gestionale innovativo ed esclusivo rivolto a tutti coloro che si occupano della gestione e dell’amministrazione del personale, sempre nell’ambito del lavoro occasionale.

“Jobop è il partner ideale per liberi professionisti, imprenditori e lavoratori” dichiarano i soci fondatori di Jobop “SMAU è il giusto contesto per presentare la nostra piattaforma, creata per facilitare le relazioni tra domanda ed offerta nel settore del lavoro occasionale, senza alcuna intermediazione. Miriamo a facilitare la gestione delle risorse umane, velocizzando le pratiche burocratiche, sempre nel rispetto della normativa vigente. Non servono curricula e saranno direttamente le aziende a contattare i lavoratori”.