COOPI lancia la nuova campagna “Insieme x 100.000”

200

“La Malnutrizione uccide più della guerra” recita il claim della nuova campagna “Insieme x 100.000” lanciata da COOPI per salvare almeno 100.000 bambini di Ciad, Malawi, Somalia e Repubblica Democratica del Congo dall’emergenza della malnutrizione.

Si tratta di una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi tramite SMS solidale: dal 12 settembre al 2 ottobre sarà possibile donare 2 € con un SMS al 45502 da tutti i cellulari personali Tim, Vodafone, Wind, 3, Poste Mobile e CoopVoce oppure 2/5 € chiamando lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb o 2 € chiamando da rete fissa TeleTu.

Declinata su stampa, tv, radio e banner, la nuova campagna di COOPI firmata dalla neutral agency Now Available fa leva sul tema cruciale della lotta alla malnutrizione con un approccio ludico e sincero.

Il protagonista della campagna, nella fotografia di Armando Rebatto, è un bambino africano che gioca a fare il “cavaliere senza macchia e senza paura”, armato unicamente di utensili da cucina e del proprio sorriso per combattere quel terribile nemico che, come evidenziato nel claim, “uccide più della guerra” e ha bisogno ogni giorno di nuovi alleati.

Ecco che allora la nuova iniziativa di COOPI diventa una “missione”, dove il messaggio della campagna suona come una “chiamata alle armi” e le persone a cui si rivolge dei possibili alleati. Perché infatti: “Il tuo aiuto è un prezioso alleato per salvare 100.000 bambini”.

Credits Campagna Stampa – Agenzia: Now Available. Fotografo: Armando Rebatto

Credits Spot TV – Agenzia: Now Available. Casa di produzione: DEA Production.

La campagna è stata realizzata anche grazie al supporto dell’agenzia di comunicazione per il non profit Aragorn, che ha affiancato COOPI nel percorso di assegnazione dell’sms solidale da parte delle compagnie telefoniche e si è occupata della veicolazione della campagna a livello nazionale attraverso la ricerca di spazi gratuiti presso concessionarie e l’attività di ufficio stampa su diversi media.