JOVANOTTI COVERMAN DI MAX

«Non riesco a vedere in Berlusconi un dittatore, bisogna guardare a chi oggi ha vent’anni e di lui se ne strafrega, sono loro la speranza», così Jovanotti in un’intervista fiume sulle pagine di Max in edicola e su iPad da martedì 2 agosto 2011. Incontenibile “animale da palco”, conferma la sua allergia alle catalogazioni: «Per anni, e solo da noi, la musica è stata divisa in cantautorale e leggera… hanno distribuito patenti politicomusicali che il tempo per fortuna rende ridicole». Jovanotti si dichiara anche cultore dei suoni sintetici, di quelli che fanno ballare e lasciano il segno: «amo Chemical Brothers, Prodigy, Deadmau5, la club culture è stata forse il fattore più rilevante della musica di questi anni». E soprattutto amante della provocazione: «mi piace quando è inconsapevole, spiazzante, un artista che non è provocatorio non è nemmeno un artista…».

Ciao Amy è, invece, lo speciale tributo dedicato ad Amy Winehouse: doloroso, reale ritratto di un astro nascente spentosi a soli ventisette anni nel vortice della droga, dell’alcolismo e della solitudine. Dalle parole al web con i link ad alcune delle più significative performance dell’artista, oltre al ricordo del grande Tony Bennett che con lei ha duettato nell’album in uscita a settembre.

Cittadino del mondo, ma adottato dalla Grecia, re moderno della letteratura ellenica, Petros Markaris racconta a Max il dramma di una nazione in crisi: «Se fossi un giovane sarei davanti a un computer cercando disperatamente un lavoro per andarmene via dall’inferno». E aggiunge: «attaccano la classe politica come sola responsabile, insieme all’Europa. Tutti hanno una rivendicazione, ma nessuno ha un progetto per risollevare le sorti comuni».

MAX questo mese dedica anche una panoramica alle star più chiacchierate del momento, che fanno parlare di loro, nel bene e spesso nel male: da Pippa Middleton, vera protagonista del matrimonio del secolo, al calciatore Ryan Giggs, che con la sua sesso-dipendenza ha fatto scalpore per le relazioni con la cognata e la mamma (della cognata).

E per concludere uno speciale e divertente test per conoscere quanto Scilipoti c’è in noi e un ritratto del camaleontico attore, regista, cantautore e ora anche testimonial pubblicitario Jared Leto.