Tarantola (Rai) presenta il Prix Italia: “E’ un nostro fiore all’occhiello”

L’appuntamento previsto a Torino dal 21 al 26 settembre. Per il presidente di Viale Mazzini, si premiano le eccellenze

twitter@SpotandWeb

”Il servizio pubblico e’ da valorizzare. Io credo molto nel servizio pubblico nel ruolo che puo’ svolgere anche proprio per far crescere, come ho detto piu’ di una volta, il capitale umano e il capitale sociale del Paese”. Cosi’ il presidente della Rai Anna Maria Tarantola, intervenendo alla presentazione della 65/a edizione del Prix Italia (Torino 21-26 settembre).

taraAlla conferenza stampa a Viale Mazzini, hanno preso parte anche il sindaco di Torino Piero Fassino, Michele Valensise, segretario generale del Ministero degli Esteri, e Giovanna Milella, segretario generale del Prix Italia, con saluto in video del presidente di quest’anno, Remy Pflimlin, al vertice di France Television.

Il Prix Italia ”e’ il fiore all’occhiello per la Rai – ha sottolineato Tarantola – e per tutte le emittenti radiotelevisive e web d’Europa e del mondo perche’ innanzitutto premia le migliori opere, quelle piu’ innovative, quelle che hanno delle caratteristiche veramente per il futuro e quindi sono molto importanti”.

Il presidente della Rai ha insistito nel ricordare come la rassegna premi ”le eccellenze” e come attraverso il Prix Italia si stabilisca anche un forte dialogo con le universita’.

Infine, da Tarantola il grazie al Capo dello Stato Giorgio Napolitano per il patrocinio all’evento, e l’auspicio che ci sia anche quello dei ministeri dei Beni culturali e degli Esteri.

Prix Italia, oltre che un concorso per premiare le migliori opere audiotelevisive e web, ha ricordato Tarantola, ”e’ un’occasione di incontro tra creativi che traggono ispirazione per il futuro partendo dai programmi piu’ originali prodotti e sperimentati in tutto il mondo. E’ anche un’occasione per i rappresentanti dei servizi pubblici radiotelevisivi per ritrovarsi, rinsaldare la forte identita’ comune e confrontarsi sul terreno della qualita’. Una qualita’ di cui tutti avvertiamo il bisogno”.

Il presidente della Rai ha quindi dato il ”benvenuto” ai quattro nuovi soci del Prix Italia: Discovery Italia, Sky Arte e le nuove emittenti paneuropee HBO Europe e Euronews. ”E vorrei ringraziare il Segretario Generale, Giovanna Milella, che nel corso di queste cinque edizioni, con meta’ del budget – ha concluso – ha fatto rinascere il Festival e l’ha preparato a un nuovo grande futuro”.

Il presidente Tarantola, poi, ha annunciato che ”dal prossimo autunno, avvieremo una serie di giornate di dialogo e di riflessione proprio sul tema del ruolo del servizio pubblico e della sua identita”’.

”Mi sento dire che quella di oggi e’ una Rai diversa, che sta cambiando e cercando di essere piu’ autorevole e piu’ vicina ai cittadini utenti – ha aggiunto -. Contiamo di arrivare in modo adeguato e con maggiore legittimazione ai prossimi appuntamenti connessi al rinnovo del contratto di servizio e a quella della concessione. E’ compito del governo la riflessione sui possibili cambiamenti delle norme riguardanti la Rai. Il consiglio di amministrazione, come tutta la Rai, e’ pronto ad offrire un contributo anche alla luce della nostra personale esperienza”.