Tetti pubblicitari, Sky non si arrende: “Partita aperta”

27

La reazione dell’azienda dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea

twitter@SpotandWeb

Sulla questione dei tetti pubblicitari per le tv a pagamento ”la partita e’ ancora aperta” e la parola passa al Tar del Lazio: lo fa notare Sky, commentando in una nota la sentenza della Corte di Giustizia europea sulla vicenda che ha visto la piattaforma satellitare italiana contro l’Agcom per la multa legata al superamento del limite di affollamento pubblicitario imposto alle pay tv.

sky (2)”Spettera’ al giudice nazionale – afferma Sky Italia in una nota – decidere se e’ legittimo il tetto pubblicitario piu’ rigido imposto alla sola pay-tv e Sky confida che il Tar del Lazio possa accogliere le sue ragioni. La corte di Giustizia Europea, infatti, pur avendo affermato che la differenziazione fra tetti applicabili alla pay tv e alla tv gratuita non sia di per se’ illegittima, sottolinea che spettera’ al giudice nazionale decidere se questa costituisce una restrizione alla libera prestazione dei servizi. Quindi – conclude la nota – sara’ il Tar del Lazio a stabilire se il tetto piu’ severo imposto alla pay tv sia effettivamente indirizzato alla protezione dei consumatori e proporzionato rispetto a questo obiettivo”.