Rai, domani Tarantola e Gubitosi in Commissione da Fico. In diretta web

Domani sera il confronto sullo stato dell’arte di Viale Mazzini. All’insegna della trasparenza. Anche se per i grillini sono già dolori

di Giovanni Santaniello

L’appuntamento è per domani, martedi’ 25 giugno alle ore 20,30, a Roma, presso l’Aula al II piano di Palazzo San Macuto.

tara gubiAnna Maria Tarantola, presidente della Rai, e Luigi Gubitosi, direttore generale di Viale Mazzini, sono attesi in audizione presso la Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

All’ordine del giorno, la situazione dell’azienda. Come dire: un vero e proprio esame di maturità per i due manager chiamati a guidare la tv di Stato in un periodo certo non facile della sua vita, con la crisi della pubblicità e la sfida lanciata dalla Rete ancora tutta da decifrare.

Sta di fatto che non saranno solo queste le difficoltà che dovranno affrontare Tarantola e Gubitosi. All’epoca della Vigilanza capitanata dal grillino Roberto Fico, infatti, l’audizione che li vedrà protagonisti sara’ trasmessa in diretta sulla web tv di Montecitorio.

Servirà a rianimare il Movimento come un’operazione-trasparenza? Per ora, si sa solo che i grillini hanno rinunciato all’idea di privatizzare la Rai, sebbene sia un punto del programma che tanto sbandierano.

“Se lo facessimo ora, finiremmo per svenderla”, ha spiegato Fico. Secondo uno studio di Mediobanca, lo Stato ne ricaverebbe 2 miliardi di euro. Troppo pochi, a detta del presidente. Ma le critiche già sono partite. Per citarne una: sul Corriere della Sera di oggi, Pierluigi Battista titola così il suo pezzo: “Il ‘partito Rai’ piace pure al Movimento 5 Stelle’. “Appena sfiorata la stanza dei bottoni, i seguaci di Grillo hanno cominciato ad adoperare il linguaggio della normalizzazione: la privatizzazione che avevano proposto può attendere, ci sono altre priorità, meglio soprassedere. Meglio omologarsi. Chissà: una seggiola, una poltroncina, un incarichetto, una vicedirezione di qualcosa magari  potrebbero scapparci anche per i nuovi arrivati. Peccato, davvero”.