Sospiro di sollievo per il cinema europeo: respinto l’assalto di Hollywood

L’accordo commerciale per abbattere le barriere tra Usa e Ue non riguarderà tv, film e media. Come avevano chiesto tutti gli operatori del settore

twitter@g_santaniello

Buone notizie per il cinema italiano: l’Unione Europea da’ il via libera ai negoziati per l’accordo di libero scambio con gli Usa, ma terra’ fuori dalla trattativa l’industria dell’audiovisivo per preservarla dall’assalto di Hollywood.

cinemaAll’ultimo momento, anche la Francia è stata convinta. E quindi, si è raggiunta l’unanimità per poter difendere l’industria cinematografica europea in maniera forte. Aprendo le porte agli Usa, avrebbe perso mercato soprattutto sul digitale e su Internet, essendo questi campi gia’ dominati da aziende e contenuti americani.

Tv, film e media online rimarranno fuori dall’accordo commerciale Usa-Europa che abbatte le barriere e facilita  l’ingresso dei prodotti.

Si tratta di un giro d’affari da 3 miliardi di dollari al giorno, ed e’ stato calcolato che un accordo puo’ portare ad entrambi oltre 100 miliardi di dollari all’anno oltre che creare 400.000 posti di lavoro in Europa soltanto.

Usa e Ue insieme rappresentano la meta’ della produzione economica mondiale e un terzo del commercio globale.

Sono questi i numeri a cui i leader europei non potevano rinunciare, per poter lunedi’ andare al G8 da Obama e firmare lo storico accordo. Senza il cinema: quella è un’altra storia.