I poster per il 150esimo della Metro di Londra. Ecco quello che spopola on line

49

E’ l’opera di Sarah Lucas che rimanda all’immagine dell’organo genitale maschile: una pubblicità all’interno di una operazione di marketing che offre una vetrina mondiale

twitter@g_santaniello

E’ la più antica in assoluto e la seconda più estesa del mondo, superata da poco solo da quella di Shangai. La metropolitana di Londra, quindi, non poteva non festeggiare i suoi 150 anni come merita.

Sarah LucasE quindi: la ‘Art on the Underground’, un ente dei trasporti della capitale inglese nato nel 1908 che si occupa di promuovere campagne di comunicazione con un forte legame alle arti visive, ha commissionato opere e progetti ad artisti internazionali proponendo loro, come spazi espositivi, banchine, stazioni e corridoi della ferrovia sotterranea.

In tutto, sono stati coinvolti 15 artisti (uno per ogni decennio di vita della Metro) provenienti da tutto il Globo. Ne è venuta fuori una mostra che descrive colori, sensazioni e atmosfere di quella che i londinesi sono soliti chiamare semplicemente ‘the tube’, vale a dire il tubo, per la forma dei suoi tunnel a sezione circolare.

Sta di fatto che il poster che maggiormente sta spopolando sul web è quello di Sarah Lucas: raffigura una sorta di tubo, per l’appunto, ma che rimanda nemmeno tanto vagamente all’organo sessuale maschile.

Come dire: una bella trovata pubblicitaria all’interno di un’operazione di marketing che offre una vetrina mondiale.

Con la Lucas, si sono prodotti per la Metro anche Pablo Bronstein, Melissa Gordon, Runa Islam, Idris Khan, Goshka Macuga, Robert Orchardson, Martha Rosler, Nedko Solakov, Frances Stark, Corin Sworn, Wolfgang Tillmans, Gillian Wearing, Lawrence Weiner e Haegue Yang. Tutti i poster, compreso il più cliccato, sono in rigida edizione limitata.