Facebook come Twitter, l’hashtag conquista Zucherberg

60

Il cancelletto dei cinguettii sarà adottato anche dal primo social al mondo. Una mossa per gli investitori o per navigare in acque più tranquille sotto l’aspetto della privacy?

twitter@g_santaniello

Non più amici solo perchè ci si conosce. Ma amici perchè ci interessa discutere di uno stesso tema. Facebook è pronto ad inaugurare l’epoca dell’hashtag, il cancelletto da mettere attaccato alla parola chiave dell’argomento su cui ci si vuole confrontare anche con persone che (ancora) non si conoscono, proprio come si fa su Twitter.

zuckE’ questa la prima, concreta risposta che Zuckerberg e compagnia mettono in campo per tranquillizzare gli investitori che proprio ieri hanno fatto passare un brutto quarto d’ora al numero uno, lamentando la pessima performance del social in Borsa? Evidentemente, è presto per dirlo.

Ma, intanto, gli utenti saranno abilitati a cliccare sui cancelletti che arriveranno anche dall’esterno di Facebook: dalle foto di Instagram, dagli stessi cinguettii di Twitter, dai messaggini di Google+, da Piterest e Tubblr.

Magari, la scelta di puntare sull’hashtag modello-Twitter svela anche il tentativo di portare il social più famoso al mondo verso acque più calme.

Come? Invogliando gli utenti a discutere di argomenti di pubblico dominio, magari si limiterà il pericolo di spettegolare sulla base di notizie strettamente personali. Le stesse che stanno causando a Facebook dei continui problemi sul fronte della privacy.

Certo: viste le strette che regimi e governi autoritari in giro per il mondo applicano o minacciano di applicare anche ai cinguettii, dipenderà tutto dalla parola che verrà subito dopo il mitico cancelletto.