“Siamo Sicure!”: un app innovativa per la sicurezza delle donne

108

di Nicol Garutti

Può uno smartphone diventare un valido alleato per aumentare la sicurezza delle donne in situazioni di potenziale pericolo?

Fra tutte le applicazioni scaricabili dai negozi online ne mancava proprio una in grado di offrire soluzioni semplici e veloci di self help e, allo stesso tempo, un decalogo legato ad atteggiamenti e comportamenti utili da tenere.

Per colmare questa lacuna è ora disponibile, sia per iOS sia per Android, l’App “Siamo Sicure!”, ideata per la sicurezza delle donne.

siamoSicure

L’applicazione, scaricabile gratuitamente, è stata progettata in modo semplice e intuitivo dal Team della società di comunicazione multicanale Kulta (www.kulta.it) e ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Firenze come Civic App.

Dalla pagina iniziale si accede ad una home semplice ed immediata. Ad ogni macro tasto colorato del quadrante corrisponde un’utile funzionalità.

Fra queste l’opzione “Allarme & Suoni”, che consente di attivare un effetto sonoro in grado di spiazzare l’aggressore cogliendolo di sorpresa e attirando l’attenzione di eventuali persone nelle vicinanze , la “Chiamata di emergenza”, l’sms “Dove sono” e “Il Decalogo”, che pone l’attenzione sulla prevenzione e sui comportamenti migliori per scoraggiare eventuali aggressori o per essere pronte ad affrontarli. 
I consigli sono consultabili in modo veloce, originale e interattivo.

michela paparella okA parlarcene è Michela Paparella, co-fondatrice di Kulta.

L’idea di realizzare questa applicazione è nata da voi, magari sulla base di qualche esperienza, o la richiesta è partita da qualche associazione femminile?

No, assolutamente. L’idea è partita da noi nel momento in cui ci siamo resi conto che sarebbe stato bello avere un app in grado di porre l’attenzione sull’argomento. Abbiamo notato che sull’Apple Store e sugli store in generale di app non erano presenti applicazioni con tematiche dedicate alla prevenzione della violenza.

Quindi è la prima app di questo tipo?

Sì, è la prima app a target donna che soprattutto pone l’attenzione su questo tema. Non è tanto il fatto di dire: “Con questo sei tranquilla”, quanto il “Poniamoci il problema di essere sicure prima di trovarci in difficoltà”.

Come dico sempre, si tratta di un’esortazione più che di un dato di fatto. Purtroppo non siamo sicure, però il Siamo Sicure con il punto esclamativo sta a dire: proviamo ad esserlo.

É servito molto tempo per realizzarla?

L’abbiamo sviluppata internamente, quindi sia dal punto di vista dell’ideazione e del concept, sia dal punto di vista della grafica e del layout, sia dal punto di vista dello sviluppo per entrambi i sistemi operativi, quindi è stato indubbiamente uno sforzo notevole, anche perché è totalmente autofinanziata proprio perché non ci fossero logiche di lucro e in modo che risultassimo del tutto proprietari.

Si prevedono costi per il futuro per poterla scaricare?

No, neanche in futuro. Abbiamo già qualche idea per eventuali rilasci successivi, qualche aggiunta; siamo pronti anche a far tesoro di eventuali indicazioni per arricchire il Decalogo che per noi è il cuore dell’applicazione.  Questo Decalogo dà consigli pratici per la vita di tutti i giorni per evitare di trovarsi in pericolo. Quindi se ci saranno delle edizioni successive, continueranno ad essere totalmente gratuite.

Grazie alla funzione ‘Condividi’ presente nella parte bassa dell’ App è inoltre possibile consigliare ad altre donne l’esistenza di questo utilissimo strumento.