Applicazioni, strumento di web marketing

504

applicazioniI dati per gli investimenti pubblicitari parlano chiaro: nell’arco del 2012 gli investimenti sulle App sono triplicati.

Il Mobile Advertising è cresciuto del 55% arrivando a un valore di 90 milioni di euro, che rappresentano ormai il 7% degli investimenti pubblicitari su internet.

Ecco perché le App rientrano ormai a pieno titolo fra gli strumenti più promettenti di web marketing.

A maggior ragione proprio in Italia, Paese dove la navigazione mobile sta crescendo rapidamente e dove nel solo periodo natalizio sono stati effettuati oltre 39 milioni di download (ottava posizione mondiale e terza europea dietro a Germania e Francia).

Al di là dei numeri, però, bisogna essere consapevoli che le app non devono essere utilizzate come qualsiasi altro canale promozionale. Gli utenti non amano particolarmente i banner pubblicitari e li trovano ancora meno interessanti su device mobili, dove l’apertura casuale di una pagina può far perdere più tempo che su desktop.

Le aziende devono quindi utilizzare le applicazioni in maniera diversa, cercando di offrire un valore aggiunto all’utente. Partiamo dal primo passo: cosa spinge una persona a scaricare un’applicazione?

Solitamente si scelgono due categorie di app: quelle divertenti (per esempio giochi per passare il tempo durante i tragitti verso il lavoro) e quelle utili.

In questa seconda categoria possono rientrare diverse tipologie di applicazioni. Compito di chi si occupa di web marketing è individuare il target di un’azienda: in poche parole, di cosa potrebbe avere bisogno il potenziale cliente.

Ecco alcuni suggerimenti.

Convenienza e risparmio: in un momento di crisi economica, inutile dirlo, risparmiare fa piacere a tutti. Ecco perché le persone apprezzano tutte quelle applicazioni che permettono di comparare prezzi, ottenere sconti o accedere a offerte speciali.

Informazione: le persone spesso utilizzano i momenti trascorsi sui mezzi pubblici per ottenere informazioni. Può trattarsi di informazioni generaliste oppure dedicate a temi più di nicchia. In questo secondo caso, fornire anticipazioni e informazioni difficili da reperire su altri media può rappresentare un mezzo per fidelizzare potenziali clienti.

Comodità: prenotare al ristorante, gestire il proprio conto bancario, acquistare un titolo di viaggio. Le persone ricorrono sempre più a questo tipo di possibilità che rendono più facile la vita.

C’è poi la dimensione del gioco e dell’intrattenimento, che apre ulteriori possibilità.

Le applicazioni sono uno strumento pubblicitario creativo ed è per questo che occorre mettersi nei panni delle persone ed essere capaci di fornire valore aggiunto. I benefici ottenuti saranno in primo luogo legati alla brand reputation, ma con una buona strategia non tarderanno a portare anche risultati commerciali.

Sfruttando la carta della geolocalizzazione, infine, sarà possibile portare clienti in negozio e dare maggiore visibilità alla propria attività sul territorio.