Il Made in Italy, ma in China. Al via le trasmissioni della prima televisione italiana in Cina

BOVA 4Conoscere le novità del prodotto italiano, le bellezze dell’Italia e le sue tradizioni, nella moda come in cucina. Vedere le migliori serie tv, dalle “crime fiction” come “Distretto di Polizia” e “RIS”, all’appassionato “L’Onore e il Rispetto”.

Questo e molto altro ancora è Giglio TV, il primo canale televisivo in Cina interamente dedicato all’Italia, ufficialmente in onda dal 10 settembre su tutto il territorio cinese.

Lo sviluppo del canale è frutto di un accordo strategico ed esclusivo tra CIBN ORIENTAL NETWORK e Giglio Group, editore italiano di canali digitali presente in 35 Paesi che porta con sè in Cina anche i principali player dell’audiovisivo italiano. Il canale è stato lanciato oggi a Pechino alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia, Alberto Bradanini, il Vice Presidente di CIBN ORIENTAL NETWORK Co., Gong Yuguo e l’Amministratore delegato di Giglio Group, Alessandro Giglio.

Giglio TV costituirà uno strumento d’eccezione per promuovere l’immagine dell’Italia e dei prodotti made in Italy nei confronti di centinaia di milioni di consumatori cinesi. Il canale sarà accessibile da tutte le tecnologie digitali in una logica multimediale di nuova generazione: satellite, cavo, iptv, web, mobile e tablet attraverso una piattaforma integrata che già oggi raggiunge oltre 150 milioni di utenti. La piattaforma sarà a breve implementata con un sistema e-commerce con accesso diretto da decoder e web.

Tra i contenuti, moda, food, arte, viaggi, fiction,  la musica della Scala e film come “L’ultimo bacio” e “Immaturi”. Ad arricchire la vetrina  il meglio del design e le novità dal mondo del lusso e dello sport.  Il pubblico cinese potrà anche apprezzare tv movies di azione come “Squadra Antimafia” e “Intelligence”, fiction e commedie di successo come “Carabinieri”, “Crociera Vianello” e “Amore e Vendetta”.

L’iniziativa segna l’ingresso dell’industria italiana dell’audiovisivo in Cina. Accanto a Giglio Group, in qualità di provider e licenziatari dei contenuti, si sono compattati in un progetto comune senza precedenti produttori grandi e piccoli che insieme rappresentano il 90% del comparto. In prima filaMediaset che, attraverso un accordo annunciato durante l’incontro, metterà a disposizione per la prima volta un’ampia “library” con il meglio della fiction e del cinema italiano. Presenti anche i principali contenuti life style di Class Life TV.

Tra gli altri partner del progetto: Classica Italia, Delta TV programs, Federazione Motociclistica Italiana-Civ (Campionato Italiano di Velocità); Futura Produzioni televisive, LT Multimedia e Wige.