CBS Outdoor corre insieme ad Asics con la nuova campagna adv

CBS Outdoor, azienda di pubblicità esterna e società del gruppo CBS Corporation, ha collaborato con Asics, società che produce scarpe sportive e abbigliamento, e Vitro, agenzia creativa, in occasione del lancio della campagna pubblicitaria Experience Marathon, realizzata all’interno della stazione metropolitana Columbus Circle di New York. La campagna è stata pensata e sviluppata per dare visibilità alla sponsorizzazione di Asics della Ing New York City Marathon 2011, che ha avuto luogo il 6 novembre scorso. Una promozione unica nel suo genere grazie alla particolarità del media utilizzato: display interattivi che formavano una creatività di circa 20 metri, contenenti i prodotti Asics e alcuni claim legati a una delle manifestazioni dell’anno più amate dai Newyorkesi e dai cittadini di tutto il mondo. La campagna è stata ideata da Asics, Vitro e Outdoor Advertising Group (OAG).

Gli innovativi display espositivi sono stati studiati e realizzati da CBS Outdoor e Inwindow Outdoor, azienda che realizza vetrine interattive e pubblicità nei centri commerciali. Tra le molte peculiarità presentate nel corso dell’”Asics Experience Marathon” anche la possibilità di “competere” e correre fianco a fianco con il maratoneta olimpico Ryan Hall, grazia a un simulatore video chiamato “Run with Ryan” (Corri con Ryan) – in grado di riprodurre i movimenti e il ritmo del corridore mentre percorre l’intero perimetro del display in tempo reale.

Asics utilizzerà inoltre gli spazi pubblicitari in metropolitana per il debutto del nuovo claim 2012, “Stop at Never”, che evidenzia l’impegno dell’azienda verso l’eccellenza atletica e l’innovazione tecnologica, le stesse ispirazioni che sono al centro della Marathon Experience a Columbus Circle.
Un’altra installazione, “Pezzi di vita”, riporterà i diversi dettagli della maratona attraverso interpretazioni visuali. Da una scultura a forma di laccio di scarpa che riprende il logo Asics Tiger, al ruolo del Dipartimento di Polizia di New York, fino alle numerosissime bottiglie d’acqua gettate durante la corsa, ciascun oggetto costituirà un tassello fondamentale del puzzle della maratona.