Campagna di Cesvi “Fermiamo l’AIDS sul nascere”

“Un altro bambino salvato dall’AIDS in Africa. Grazie a un messaggio dall’Italia” recita l’headline della campagna di comunicazione per la sensibilizzazione e la raccolta fondi tramite sms di Cesvi, organizzazione umanitaria impegnata dal 2001 nella lotta all’AIDS nell’Africa subsahariana con il progetto “Fermiamo l’AIDS sul nascere” che compie dieci anni. Tramite l’sms solidale 45509, al 19 dicembre sarà possibile donare 2 euro. La campagna si declina sia online che offline.

La campagna video  vede poche immagini in bianco e nero, tratte dalle fotografie di Giovanni Diffidenti, elaborate con effetto 3D da Bondi Brothers, cucite dalla magia della voce di Lella Costa; nient’altro, niente musica, niente colore, se si eccettua un rettangolo arancione che va a identificare sulle fotografie quel particolare che fa tutta la differenza: una medicina, un vaccino, uno, due sorrisi pieni di gioia e di speranza. Sono questi i risultati straordinari che un donatore può ottenere con il solo gesto di inviare un sms, che diventerà aiuto concreto in Africa, dove il Cesvi è da anni impegnato a “fermare l’AIDS sul nascere”: impedendo il contagio tra il neonato e una mamma sieropositiva; e lottando per garantire anni e anni di vita attiva alle mamme malate. 

 Accanto al film, una pagina stampa che trae la sua forza da un’altra bellissima fotografia di Diffidenti: un bimbo, la sua mamma e un’ostetrica colti un secondo dopo il parto. Completano la campagna un comunicato radio sempre affidato alla voce di Lella Costa e prodotto gratuitamente da Bondi Brothers e un banner.

L’agenzia di comunicazione per il non profit Aragorn ha affiancato Cesvi nel percorso di assegnazione dell’sms solidale da parte delle compagnie telefoniche e ha coordinato la realizzazione della campagna, occupandosi anche della sua veicolazione a livello nazionale attraverso la ricerca di spazi gratuiti presso concessionarie e l’attività di ufficio stampa su diversi media.