Penny Market lancia uno spot firmato da 1861united

Penny Market torna a comunicare in tv con un nuovo film dedicato a i suoi “prezzi shock” del venerdì e sabato. E lo fa con una campagna firmata 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, scegliendo una strada ironica e distintiva rispetto alla concorrenza, che mira a uno scopo ben preciso: assicurare memorabilità all’iniziativa dei prezzi shock e alle singole offerte che si alterneranno nelle quattro settimane di on-air, e che riguarderanno diversi prodotti. Il film quindi è giocato proprio sul tema dello shock, e in particolare sulle testimonianze e le reazioni assolutamente sopra le righe di chi si è trovato davanti alla visione improvvisa di decine di prodotti a prezzi scioccanti, tanto sono bassi.

I protagonisti saranno quindi proprio dei clienti di Penny, clienti che, fuori dal negozio, mostrano di avere dei segni piuttosto particolari: c’è chi si ritrova con molte ciocche di capelli in meno, chi ha perso totalmente la voce, chi invece ha occhi incredibilmente sgranati. Il perché lo scopriamo subito, vedendo in slow motion cosa è accaduto all’interno del punto vendita, in una serie di reazioni istintive e scioccate, alla vista dei prezzi shock. Il film si chiude con il payoff che racchiude tutta la filosofia del marchio Penny e che unisce il grande risparmio all’idea di una spesa di qualità: meglio spendere meglio

Per l’agenzia 1861united hanno lavorato Luca Beato e Aureliano Fontana, creativi supervisor. Per il cliente Penny Market Massimo Galimberti ed Edina Volpi. La regia del film è dei Rio, duo di registi argentini, per la casa di produzione Mercurio Cinematografica. La musica è di THEMUSICBANK. On air dal 17 novembre.