Paivi Kerkola nuova Presidente di IAPG

Paivi Kerkola

Paivi Kerkola, Country President di Pfizer Italia, è stata nominata Presidente del Gruppo Farmaceutico Italo-Americano (IAPG). IAPG riunisce le aziende farmaceutiche italiane con partecipazione americana ed è una delle componenti Farmindustria.

Nella storia dello IAPG, Kerkola è l’undicesimo Presidente, un ruolo cruciale nel rappresentare a livello istituzionale 14 aziende che rappresentano il 30% del fatturato totale del settore, impiegando circa 14.000 lavoratori qualificati di cui la metà in ricerca&sviluppo e produzione.

Paivi Kerkola vanta oltre 25 anni di esperienza nel settore farmaceutico: dopo cinque anni nel ruolo di Country Manager e Amministratore Delegato di Pfizer Finlandia, è stata nominata Country Manager e Amministratore Delegato di Pfizer Italia nel febbraio 2020, e ha guidato l’azienda attraverso la crisi pandemica. Nell’agosto 2022 è stata confermata Country President di Pfizer Italia.

Da luglio 2024 è Vicepresidente e membro del Comitato di Presidenza di Farmindustria. Kerkola è a capo del gruppo di lavoro sulla Strategia Life Science all’interno di IAPG e co-leader del gruppo strategico per “Produzione e Valore” in Farmindustria. È inoltre membro del Comitato Locale per il Comune di Roma della Camera di Commercio Americana in Italia. Nel 2022 Kerkola è stata nominata Pharma CEO of the Year for Italy da Forbes Italia e nel 2023 è stata tra i 3 finalisti dei WeQual Awards, nella categoria “President Americas”.

“Sono onorata di questa nomina e mi impegnerò per rafforzare la collaborazione tra le aziende farmaceutiche italiane di proprietà americana e il più ampio ecosistema delle scienze della vita, contribuendo in modo significativo sia al valore del settore che al PIL italiano”, ha affermato Paivi Kerkola. “L’Italia è uno dei Paesi europei più importanti nella produzione farmaceutica ormai da tempo, ma dobbiamo continuare ad impegnarci per definire e realizzare una strategia che migliori la leadership italiana anche nella ricerca e nello sviluppo. Farmindustria e IAPG, come sua componente, giocheranno un ruolo cruciale in questa sfida”.