“Buongiorno Wimbledon”, al via il podcast alla scoperta del grande slam inglese 

Com’è nato il club di Wimbledon? Quali sono le origini del torneo? Chi è stato il più giovane vincitore o quello che ha vinto sia con le palle gialle che con le palle bianche? Chi sono Björn Borg, Roger Federer, Rafael Nadal? Alla partenza di uno degli eventi sportivi più famosi e seguiti al mondo, parte la nuova serie podcast BUONGIORNO WIMBLEDON: fino al 14 luglio, 1 episodio al giorno per i 14 giorni del torneo esplorando la storia e i retroscena dello storico torneo di tennis che ha consacrato i più grandi atleti a livello internazionale. 

La serie original, realizzata da Dr Podcast – Audio Factory internazionale basata a Londra e presente nelle principali capitali europee – e offerta da NISSAN, grazie alla voce del giornalista sportivo Stefano Meloccaro offrirà quotidianamente agli ascoltatori pillole esclusive su curiosità e segreti del torneo inglese svelando come e perché è nato il torneo e raccontando storie indimenticabili e aneddoti meno conosciuti. Attraverso una narrazione avvincente e ricca di dettagli, il podcast si dedica non solo agli appassionati di tennis, ma a chiunque voglia approfondire la storia e le curiosità di uno degli eventi sportivi più prestigiosi. Ogni episodio è un tuffo nel passato e nel presente di Wimbledon, con racconti che vanno oltre le statistiche e i risultati, mettendo in luce il lato umano e storico del torneo.

L’inizio della leggenda, come titola il primo episodio, risale al 7 luglio 1877. La nascita del più antico club di tennis al mondo si deve in realtà a un altro sport… il croquet, gioco di origine trecentesca fatto di mazze e palle da colpire lungo un percorso prestabilito. Il primo nome del club fu All England Croquet Club, finché non va a diffondersi un altro sport, fatto di racchette e palline, brevettato da un maggiore dell’esercito in pensione: il successo di questa nuova disciplina è eclatante. In breve tempo alla dicitura del club vengono aggiunte due parole “lawn tennis”, ovvero tennis su erba e la prima partita ufficiale si giocherà con il pretesto di raccogliere fondi per l’acquisto di un macchinario, fra lo scetticismo generale di chi dice “questo sport non prenderà mai piede, e invece…

Le altre puntate si dedicano a numerosi e aneddoti e curiosità come per esempio il racconto del perché a Wimbledon è obbligatoria sempre la divisa bianca, la storia del campo centrale – che è lo stesso da oltre 100 anni nonostante bombardamenti, ristrutturazioni, coperture; come riuscire a trovare un biglietto per assistere al torneo, che non è un’impresa impossibile, ma devi sapere come muoverti e avere un pizzico di fortuna. 

Per poi arrivare ai temi più avvincenti legati ai campioni di tennis più celebri: come il racconto di quella mitica domenica, 6 luglio 2008, la storica finale tra Federer e Nadal che sembrava non finire mai e avrebbe potuto creare uno straordinario precedente; Sara Errani e Roberta Vinci che hanno conquistato il torneo giocando una bellissima finale del doppio nel 2014; oppure i due “nemici per la pelle” Borg e McEnroe, due campioni indiscussi, che si sono scontrati 14 volte, ma l’incontro entrato nella storia è la sfida sul campo di Wimbledon, diventata un film di successo. E come dimenticare Boris Becker: ha 17 anni quando vince Wimbledon, diventando il più giovane campione nella storia del singolo maschile di Wimbledon; Martina Navratilova e Chris Evert, uno scontro eccezionale e anche un po’ doloroso: 80 confronti diretti e 60 finali, ma la prima, a Wimbledon, è leggenda. 

La serie podcast BUONGIORNO WIMBLEDON, è disponibile con 1 episodio al giorno su tutte le piattaforme audio e video di streaming, tra cui Spotify, Spreaker, Apple Podcast, e Amazon Music e YouTube.