Radio Meeting: I professionisti della radiofonia italiana si incontrano per un evento di successo

Da SX Logrippo, Confuorto, Rigolone, Tavolato

La prima edizione di Radio Meeting, svoltasi il 22 maggio 2024 presso la sede di Funky Junk a Milano, ha registrato un tutto esaurito, confermandosi come un’importante occasione di confronto e networking per i professionisti del settore radiofonico italiano. 

Un evento di successo

Radio Meeting è stato creato per rispondere concretamente alle esigenze dei professionisti della radiofonia, combinando case histories rilevanti con la presentazione di prodotti e servizi impiegati all’interno delle stesse. L’evento ha offerto un’atmosfera amichevole e numerose opportunità di networking, posizionandosi come complemento, e non sovrapposizione, agli altri eventi del settore.

Interventi di rilievo e contenuti di qualità

La giornata ha visto la partecipazione di numerosi esperti e professionisti che hanno condiviso le loro esperienze e competenze. Fiore Confuorto, responsabile della divisione Broadcast di Funky Junk, ha illustrato le sfide legate alla qualità dell’audio, dalla “loudness war” alle differenze tecniche e percettive tra le varie piattaforme digitali, sia per la radio live che On Demand. Telos Alliance, con le sue soluzioni hardware e software, supporta le emittenti nella progettazione, installazione e configurazione, adattandosi alle esigenze di editori, direttori e responsabili tecnici.

Casi di successo e innovazione

Costantino Da Tos, consulente e Station Manager, ha presentato il caso di Radio Veneto24, un progetto editoriale innovativo con un workflow altamente ottimizzato. L’integrazione delle tecnologie di RCS Sound Software, Funky Junk, Open Radio e Audio One è stata fondamentale per garantire la sostenibilità e l’efficacia di questa emittente All News regionale.

Tecnologia e geolocalizzazione

Michele Logrippo, QA in RCS Sound Software USA, ha mostrato come i principali gruppi radiofonici europei riescano a creare palinsesti con elementi geolocalizzati, inclusa la conduzione in voce. Ha presentato il caso di un morning show trasmesso in diretta su più radio digitali tematiche, dove gli elementi live sono comuni ma le canzoni sono specifiche per ogni decennio di riferimento, grazie alle funzioni avanzate di Zetta e GSelector.

Il futuro delle emittenti FM

Jan Müller, CEO di Brands Are Live AG, ha evidenziato come le emittenti FM possano spostare la loro audience consolidata sulle app digitali senza i costi di acquisizione utenti tipici delle piattaforme digitali. Ha illustrato le opportunità di engagement e monetizzazione che emergono una volta fidelizzata la community su piattaforma digitale, delineando un nuovo modello di business supportato da Audio One con le sue app versatili e complete.

Tecnologia per la Radio on Demand

Piero Rigolone, consulente Radio e Digital Audio, ha approfondito la tecnologia per la Radio on Demand di Open Radio e SoundCast, l’AdServer/SSP accessibile a tutti gli editori. Questo strumento permette di vendere ed erogare campagne in Digital Audio con profilazioni e metriche dei competitor digitali, ma con il valore aggiunto della presenza umana offerta dalla Radio, posizionandosi quindi oltre le piattaforme OTT.

Collaborazioni e supporto

Contributi fondamentali nell’organizzazione dell’evento sono giunti anche da RCS Europe, con Lionel Guiffant, General Manager, Davide Tavolato, Responsabile per il mercato italiano, Alessandro Stefanoni, Supporto clienti in Italia, dal team di Funky Junk e da Alessandro Rinaldi, CTO di Open Radio.

Gli organizzatori di Radio Meeting

Funky Junk: Uffici a Londra, Parigi, Milano e Vigo (Spagna). La divisione italiana Broadcast distribuisce marchi leader come Telos Alliance con Omnia e Axia.

Radio Computing Services (RCS): Detiene 45 brevetti nel campo del broadcast con prodotti installati in 14.500 emittenti nel mondo.

Open Radio: Aiuta gli editori a valorizzare i contenuti online attraverso un Ecosistema di software, professionisti e aziende partner.