Mercato pubblicitario in positivo nel primo trimestre 2024: +3,6%

Nielsen, leader globale nella misurazione dell’audience, dei dati e nelle analisi, ha pubblicato i risultati Ad Intel relativi al mercato pubblicitario nel mese di marzo 2024. Questi vedono gli investimenti pubblicitari in Italia chiudere il mese a +3,4%, portando la raccolta pubblicitaria del periodo cumulato gen./mar. a +3,6%. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen sul search, social, classified (annunci sponsorizzati) e dei cosiddetti “Over The Top” (OTT), l’andamento nei cumulato gen./mar. del 2024 si attesta a 3,8%.

“Il trend del primo trimestre del 2024 si conferma positivo: +3.6%. Siamo fiduciosi che questa tendenza possa confermarsi durante l’anno anche grazie alle opportunità di investimento rappresentate dai prossimi grandi eventi sportivi in calendario.- sottolinea Luca Bordin, Country Leader Italia L’outlook positivo viene supportato anche dai dati macroeconomici che vedono l’inflazione sotto controllo e una crescita congiunturale del Pil del primo trimestre a +0,3% in accelerazione rispetto ai precedenti mesi”.

Relativamente ai singoli mezzi, la TV è in crescita +5,2% a marzo e in crescita del +5,6% nei cumulato gen./mar.

I Quotidiani sono in calo del -5,9% (cumulato gen./mar. -11,2%). In crescita invece i Periodici, che crescono del +1,7% (cumulato gen./mar.-4,9%) e la Radio in crescita del +5,5% (cumulato Gen./Mar. +8,9%). 

Sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del Web advertising nei cumulato gen./mar. 2024 chiude con un +3,2% (+2,6% se si considera il solo perimetro Fcp AssoInternet). 

Segno positivo per l’Out of Home (Transit e Outdoor) e Go TV che, nel periodo cumulato, crescono rispettivamente del +10,2% e del +2,1%. In crescita anche il Cinema +78% e in calo il Direct Mail -8,6%.

Sono 15 i settori merceologici in crescita nel mese di marzo, il contributo maggiore è portato da Gestione casa (+29%), Turismo/Viaggi (+38,9%), e Distribuzione (+13,8%). In calo a marzo gli investimenti di Media/Editoria (-27%), Servizi Professionali (+28,9%), e Telecomunicazioni (-33,8%). 

Relativamente ai comparti con la maggiore quota di mercato, si evidenzia, nel periodo gen./mar. 2024, l’andamento positivo di Automobili (+13,2%), Distribuzione (+11,4%), e Alimentari (+6,2%), in calo invece Media/Editoria (-25,3%), e Telecomunicazioni (-9,5%)

“Il Largo Consumo domina la crescita del primo trimestre con un +13,4%, portando la sua quota di mercato al 27%. Tra i settori trainanti spiccano Bevande e Gestione Casa, in costante ascesa nei primi tre mesi dell’anno. Andamento opposto per gli altri due settori del Largo Consumo: Alimentari (-5%) dopo nove mesi positivi, mentre Toiletries torna a crescere del 40% (dati marzo 2024 vs 2023) ha concluso Luca Bordin