Forbes, nel numero di maggio la classifica dei più ricchi d’Italia e del mondo

BFC Media, gruppo di media tech italiano con un focus sul business, la finanza e la comunicazione, presenta il numero di maggio di Forbes con la tanto attesa lista dei Billionaires, le persone più ricche d’Italia e del mondo.

Il nuovo numero presenta importanti cambiamenti con “Un’impaginazione più nitida e razionale, che possono sembrare unicamente di natura grafica, invece hanno un significato recondito editoriale e contenutistico” spiega il direttore Alessandro Mauro Rossi che prosegue “Intanto i lettori troveranno molti articoli corredati da numeri e schede che aiutano e facilitano la lettura sintetizzando la vita degli intervistati o magari racchiudendo in poche cifre record e soddisfazioni dell’azienda di cui si parla. Ma soprattutto troveranno sempre più spesso QR Code e rinvii al sito Forbes.it se non ai canali tematici come Classifiche, Small Giants, Food&Beverage, Tech, Lifestyle, Design e da poco anche il canale Professionals, dedicato a commercialisti e avvocati d’affari” perché chiude il direttore “Il futuro dell’informazione è nelle mani di chi saprà usare la carta digitale, per dare autorevolezza, rapidità e interazione. Forbes Italia ha scelto questa via.”

Il magazine, con in copertina il vicedirettore generale e responsabile global business di Finecobank, Paolo Di Grazia, presenta nelle sue 164 pagine, di cui 20 di pubblicità, tantissimi altri servizi e approfondimenti a cominciare ovviamente dalla classifica dei miliardari: 

  • UN CLUB ESCLUSIVO: Nel 1999 Bill Gates è diventato la prima persona nella storia ad avere un patrimonio superiore ai 100 miliardi di dollari. Ci sono voluti quasi 20 anni perché qualcun altro, Jeff Bezos, raggiungesse lo stesso traguardo. Oggi il club dei centimiliardari ha addirittura 14 membri;

  • LA RISCOSSA DEGLI OLIGARCHI: I miliardari russi non sono mai stati così tanti: 120. Nonostante le sanzioni occidentali, molti di loro sono più ricchi di quanto fossero prima della guerra in Ucraina. Anche perché una buona parte guadagna rifornendo l’apparato militare di Mosca;

  • L’ERA DEL MANAGER CASALINGO: Gli uomini lavorano da remoto più delle donne. Sono sempre di più le coppie in cui è solo lei ad andare in ufficio. E per spiegare il fenomeno non basta la maggiore presenza maschile nei settori più aperti allo smart working, come l’informatica e l’ingegneria. Allo stesso tempo, però, questo significa che le dipendenti pagano più raramente il prezzo per la flessibilità. Perché secondo diverse ricerche, chi resta a casa ha meno probabilità di ricevere promozioni e aumenti di stipendio;

  • SFIDA SULL’ACQUA: Il mare è il nuovo fronte della partita tra gli Stati Uniti e la Cina. Gli americani hanno avuto per 70 anni una netta supremazia navale, in ambito sia militare che commerciale. Pechino, però, ha rafforzato la sua marina e ha preso il controllo di alcuni dei principali porti europei.

Allegato a Forbes 79, Forbes Small Giants, il magazine dedicato alle piccole e medie imprese che costituiscono il vero motore economico dell’Italia. Il numero di maggio è dedicato ai cambiamenti in atto nell’industria del turismo che si sta evolvendo son soluzioni che propongono servizi ad alta specializzazione dove il cliente viene accudito e accolto con professionalità, prodotti customizzati e attraverso un’esperienza personalizzata. Nelle sue 132 pagine di cui 18 di pubblicità tante storie di successo e servizi esclusivi pensati per le PMI:

  • LE NOTE CHE CURANO LA VIGNA: La musica può cambiare la qualità del vino: Peppe Vessicchio, direttore d’orchestra, da anni conduce esperimenti in questo campo con Musiké, la cantina di sua proprietà;

  • SULLA SCIA DEL SUCCESSO: Dal ciclismo all’impresa, Ignazio Moser racconta i suoi investimenti tra comunicazione, spumantistica e mondo fashion;

  • OLTRA ALLA REGGIA C’È DI PIÙ: La residenza reale è una risorsa economica importante, ma il casertano presenta anche distretti come il tessile, il calzaturiero e quello legato alla mozzarella di bufala;

  • L’ANTICO SAPORE DI UNA TERRA VIVA: La cipolla di Tropea è uno dei prodotti di punta della provincia di Vibo Valentia, territorio dalla forte vocazione alimentare, turistica e artigianale.