Parte la quarta stagione del podcast “Rumors d’Ambiente – Alla ricerca della sostenibilità”

Un percorso iniziato nel 2015 e che quest’anno supera il giro di boa di metà cammino: è quello dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, sottoscritta dai 193 Paesi membri delle Nazioni Unite e approvata dall’Assemblea Generale dell’ONU. 

Un viaggio che la quarta stagione del podcast “Rumors d’ambiente – Alla ricerca della sostenibilità”, ideato e prodotto da Repower, gruppo internazionale attivo nel settore energetico e della mobilità sostenibile, analizza ripercorrendo l’Agenda 2030 nei contenuti, nelle sfide che ancora ci aspettano e nei punti di svolta. Allacciate le cinture, si parte il 9 aprile.

Il progetto Rumors d’Ambiente, nato nel 2020 e diventato uno dei più ascoltati in Italia sulla sostenibilità, sarà condotto anche quest’anno da Filippo Solibello, autore e divulgatore, voce del celebre programma “Caterpillar AM” su Radio 2. Tra gli ospiti delle passate stagioni, tanti i nomi di alto profilo che hanno contribuito a tracciare una storia e una nuova prospettiva per la sostenibilità in molteplici ambiti, da Carlo Ratti a Giovanna Melandri, da Sandra Savaglio a Barbara Mazzolai, da Alberto Barbera a Italo Rota.

Nel corso di questa nuova stagione Filippo Solibello, insieme ai tanti ospiti illustri che si alterneranno settimana dopo settimana, passerà in rassegna, uno per uno, i 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs.

La lotta alla povertà, all’ineguaglianza, al cambiamento climatico, la tutela dell’ambiente e degli esseri viventi che lo popolano, l’accesso universale all’istruzione, la costruzione di società pacifiche che rispettino i diritti umani: sono alcuni dei goal contenuti nell’Agenda, ma a che punto siamo arrivati oggi? Cosa è stato fatto finora e quanto è ancora da fare, in Italia e nel mondo?

“A metà percorso, la promessa dell’Agenda 2030 è in pericolo”, sono le parole del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres da cui idealmente inizia il viaggio di Filippo Solibello e dei grandi protagonisti della sostenibilità, della cultura e dell’innovazione che porteranno le proprie analisi e punti di vista nel corso di questa quarta stagione di Rumors d’ambiente.

Il format del podcast viene confermato anche in questa stagione, e prevede di trattare l’obiettivo in questione alternando due puntate, una a settimana, che dialogano tra loro: ad ogni intervista dedicata a uno dei 17 SDGs sarà abbinato un “focus” che illustrerà l’obiettivo attraverso curiosità, approfondimenti e storie.

Il podcast, online dal 9 aprile sul sito di Repower e su tutte le piattaforme di podcasting, da Spotify ad Apple Podcast, parte già con una serie di puntate da ascoltare: un’intervista a Enrico Giovannini, direttore scientifico dell’Asvis (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) ed ex Ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità, che introdurrà l’Agenda 2030  raccontando quanto ancora ci resta da fare su questo fronte, quali gli obiettivi su cui concentrarsi maggiormente, e come si posiziona il nostro Paese per il raggiungimento dei target 2030. 

Il primo focus della stagione introduce un tema delicato, la povertà, che l’ONU affronta come suo primo obiettivo: un goal ambizioso, che prevede l’abolizione della povertà entro il 2030, ma cosa vuol dire essere poveri nel XXI secolo?

Un tema molto sensibile che introduce il secondo ospite di Rumors d’Ambiente, Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International, che con Filippo Solibello racconta cosa significhi lavorare tutti i giorni, sul campo, per sconfiggere la povertà e approfondisce quanto in concreto si stia facendo per raggiungere questo obiettivo. 

Fabio Bocchiola, AD Repower Italia, ha commentato: “Quando l’Agenda 2030 dell’Onu per lo Sviluppo Sostenibile è stata sottoscritta il punto di partenza era chiaro: l’insostenibilità del modello di sviluppo, nella triangolazione tra impatto ambientale, economico e sociale. Ci siamo quindi chiesti quale fosse, oggi, lo stato di salute di quel modello, dove stesse portando quel percorso iniziato otto anni fa e quali criticità risolte o irrisolte lo stessero caratterizzando. Per questo abbiamo deciso di dedicare questa nuova stagione del nostro podcast ai 17 SDGs dell’Agenda, per dare il nostro contribuito di riflessione e analisi sul grande tema della sostenibilità, per noi cruciale, attraverso le voci e i punti di vista di personalità di alto profilo che con Filippo Solibello abbiamo coinvolto in questo viaggio sorprendente”.

Secondo il conduttore Filippo Solibello la IV stagione al via “sarà straordinaria: racconteremo la strada che l’umanità deve percorrere da qui al 2030 per cercare di arrivare più o meno sana, e più o meno salva, al traguardo che le Nazioni Unite hanno indicato come verifica per il raggiungimento dei 17 obiettivi essenziali di sostenibilità. Dal cibo alla biodiversità dai modelli di sviluppo agli stili di vita, parleremo di tutto, come sempre senza preconcetti e senza paura, alla ricerca di quella speranza che deve essere sempre la nostra stella polare”.

Il podcast è disponibile sul sito dedicato e gratuitamente sulle principali piattaforme di podcast: Apple, Spotify, Google, Spreaker, Audible, Deezer, iHeart, Castbox, Podcastaddict, Podchaser.