Su Retequattro sabato 13 aprile appuntamento speciale con «Confessione Reporter»

Sabato 13 aprile, in seconda serata, su Retequattro, appuntamento speciale con «Confessione Reporter»: Stella Pende si è recata in Ucraina, per raccogliere immagini e testimonianze del conflitto, che vede la Russia di Putin occupare oltre il 18% del Paese presieduto da Volodymyr Zelenskyy.

Dal 24 febbraio 2022, l’Ucraina è oggetto di un offensiva militare delle Forze armate della Federazione Russa, un’operazione che ha segnato una brusca escalation del conflitto in corso dal 2014. A tutt’oggi resta difficile stimare con sicurezza il numero di civili e militari feriti o uccisi, durante gli oltre due anni di guerra. Nel dicembre 2023, un rapporto declassificato dell’intelligence statunitense menzionava 315mila soldati feriti o uccisi, tra i russi. Quanto agli ucraini, nell’agosto 2023 il New York Times ha indicato in 70mila i soldati morti e in 100-120mila i feriti. Le stesse fonti distinguevano le perdite russe in 120mila militari deceduti e 170-180mila feriti.

Dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, inoltre, oltre 10 milioni di ucraini sono stati costretti a lasciare le proprie case. Di questi, circa 6.4 milioni sono scappati all’estero. 

L’Unione Europea ha aperto le porte alla quasi totalità dei profughi, con in testa la Germania (1.1 milioni), poi la Polonia (957mila) e la Repubblica Ceca (376mila). 

Secondo l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, il 2023 ne ha visto aumentare del 5%, il numero. 3.7 milioni, infine, gli ucraini sfollati all’interno del Paese, cui si aggiungono le 900mila persone tornata in Ucraina per più di tre mesi.