Podcastory evolve da “Podcast Factory” ad “Audio Enabler” 

Davide Schioppa

Nel processo di continua evoluzione dei media digitali, da quando è stata istituita, Podcastory si è sempre distinta per il percorso di innovazione e leadership intrapreso. E oggi comunica il proprio riposizionamento sul mercato, da Podcast Factory ad Audio Enabler. Un’evoluzione che non vuole essere solo un cambio di nomenclatura, ma riflettere una propria visione nell’ambito del futuro dell’audio digitale e offrire un’espansione delle proprie funzionalità e capacità. 

Podcastory è nata come la prima società in Italia, e tra le prime in Europa, a specializzarsi nella produzione di podcast, identificando precocemente il potenziale dei “novel podcast” come trend emergente per i contenuti audio branded. Antesignana nell’investire nell’audio 8D e nel coinvolgere voci di doppiatori di fama internazionale per arricchire l’esperienza d’ascolto dei propri podcast, Podcastory ha adottato innovazioni tali da produrre oltre 2500 episodi e più di sessanta podcast branded, ottenendo oltretutto una serie di importanti riconoscimenti. 

In questi ultimi quattro anni, sotto la guida del suo fondatore e con il sostegno di un team dedicato di ventisei professionisti, Podcastory ha inaugurato il mercato del branded content audio in Italia, consolidandosi come punto di riferimento nel campo dell’audio digitale ed espandendo successivamente le proprie operazioni in Spagna. 

Il nuovo posizionamento di Podcastory come Audio Enabler riflette l’evoluzione da produttori di contenuti a facilitatori di esperienze audio più complesse. Riconoscendo l’importanza di andare oltre la produzione, Podcastory mira a offrire un ampio spettro di servizi che comprendono l’ideazione, la distribuzione e, soprattutto, la valutazione dell’impatto dei podcast e di altre produzioni audio. Questo include servizi di auditing, opportunità di formazione interna per le aziende, comunicazione strategica verso gli stakeholder, metodi avanzati per il monitoraggio degli ascolti e la valutazione dell’engagement degli ascoltatori. 

La nuova offerta si propone di abilitare i clienti a sfruttare appieno il potenziale dell’audio, sia che scelgano di produrre i contenuti autonomamente sia che preferiscano avvalersi dell’esperta guida di Podcastory. 

“In questi cinque anni abbiamo studiato tantissimo, compreso comportamenti e tendenze del mercato e degli ascoltatori, riconoscendo che il podcast, e l’audio in generale, hanno il potenziale di innescare processi di comunicazione più ampi o di completare cicli comunicativi esistenti – spiega Davide Schioppa, CEO e Founder di Podcastory -. Abbiamo compreso la necessità di entrare in un nuovo contesto, con orizzonti diversi, e abbiamo elaborato nuovi modelli per indirizzare il mercato verso questa nuova direzione.” 

Con questo riposizionamento, Podcastory si impegna a essere al fianco dei creatori di contenuti, delle aziende e di tutti gli attori del settore dell’audio digitale, fornendo gli strumenti e le competenze necessarie per navigare il futuro dell’audio.