Mambo presenta “Storie in 8 bit”, un nuovo progetto editoriale dedicato ai videogame

Generare cultura sul mondo dei videogame, un settore che oggi, solo in Italia, coinvolge oltre 14 milioni di persone per 2,2 miliardi di fatturato: numeri che lo rendono uno dei medium principali per l’intrattenimento, più di musica, streaming e cinema, con 3 italiani su 10 che almeno una volta si sono cimentati nel gioco.

Questo, in sintesi, l’intento del nuovo Mambo Originals, “Storie in 8 bit”, uscito qualche giorno fa sul canale Youtube dedicato con la prima puntata “Quando NESSUNO ci crede. La Storia di The Last of Us” che ha già raccolto migliaia di views. Il progetto firmato Mambo – la più grande content factory in Italia, nata all’interno del Gruppo OneDay, con oltre 200 talent tra Italia e Spagna – produce format proprietari multipiattaforma, anticipando le esigenze del mercato e proponendo soluzioni innovative per il branded content, con il supporto dei creator. 

Attraverso una rassegna di storie, raccontate con l’ironia tipica della community di creator, Mambo ripercorre le tappe fondamentali di un medium che, dopo essere stato considerato per molto tempo deleterio, ridotto a mero passatempo, negli ultimi anni è salito alla ribalta diventando, di fatto, uno dei settori più rilevanti e in costante evoluzione dell’industria dell’intrattenimento.

Difficile negarlo, i dati evidenziano come i videogiochi siano effettivamente un aspetto fondamentale dell’industria creativa e culturale del nostro Paese, con cui dobbiamo tutti fare i conti – commenta Tommaso Ricci, Managing Director di Mambo – Da questa consapevolezza è nata l’idea di dedicare un intero format Originals proprio a questo medium, che oggi è a tutti gli effetti una forma di espressione della creatività, uno strumento potenzialmente utile all’educazione e all’alfabetizzazione digitale, se usato con criterio e con la giusta attenzione. In Mambo ci muoviamo ogni giorno nel mondo della creatività e godiamo di un osservatorio privilegiato sulle nuove tendenze del mercato e dei social media: non potevamo esimerci dal dedicare un Originals a questo universo, così variegato e interessante, cercando di parlare a tutti: nerd sfegatati e campioni di Candy Crush”.

Il format, infatti, è stato concepito per assecondare le esigenze e i gusti di ogni tipologia di utente: ogni mese verranno pubblicati dei long-form su Youtube e degli short-form per Instagram e TikTok. 

Credits

Autori:

Emma Lanteri Devriendt

Mirko Azzolini

Montaggio & editing:

Francesca Teresa Quaranta

Direzione creativa:

Altea Leoni

Regia:

Nicola Faes Belgrado

Audio:

Davide Delmonte 

Sigla:

Mattia Faes Belgrado