Competizione Italiana di Mediazione, l’università di Ferrara vince la competizione 

Vince la medaglia d’oro della dodicesima edizione della Competizione italiana di Mediazione (CIM) la squadra degli studenti dell’Università degli Studi di Ferrara. 

Un risultato eccellente per l’ateneo che per la prima volta si è aggiudicato la vittoria della CIM, succedendo alla Luiss, vincitrice nel 2023. Al secondo posto, ex aequo, la squadra dell’Università del Salento  e l’Università Telematica Pegaso. La squadra n.2 della Luiss si è classificata quarta, seguita dalla Statale di Milano al quinto posto. 

La CIM è organizzata dalla Camera Arbitrale di Milano, insieme all’Università Statale di Milano, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e l’Università degli Studi di Milano Bicocca che ospitano l’evento. 

I ragazzi sono stati valutati da mediatori professionisti e hanno dimostrato la capacità di lavorare in gruppo, doti di comunicazione efficace e competenze di negoziazione. 

Alla competizione hanno partecipato 100 studenti universitari, divisi in 18 squadre, in rappresentanza di 16 Università italiane. Le sfide consistevano nella risoluzione di tre casi: una controversia nata dall’interruzione del rapporto professionale tra un’attrice e una casa di produzione; una lite tra due amici, soci di un ristorante con problemi di gestione e una complessa vicenda ereditaria che vede contrapposti due figli e due ex mogli.

Queste le menzioni speciali che riconoscono le abilità e gli aspetti distintivi dimostrati dalle diverse squadre delle Università in specifiche aree della mediazione, evidenziando l’eccellenza e l’impegno dei partecipanti in vari aspetti del processo di mediazione. Discorso di Presentazione: Università di Bergamo; Perseguimento dei Propri Interessi: Università di Firenze; Lavoro di Squadra Cliente-Avvocato: Università di Torino; Esplorazione Interessi: Università di Bologna; Sviluppo della Relazione: Università Bicocca di Milano; Sviluppo di Opzioni di Interesse Reciproco: Università Cattolica di Milano; Utilizzo degli Strumenti dell’Ascolto Attivo: Luiss squadra n.3. 

Le Università partecipanti: Università degli Studi di Milano, Università degli studi di Milano Bicocca, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’Università degli Studi di Bergamo, l’Università degli Studi di Brescia, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Università degli Studi di Padova, Università di Torino, Università degli Studi di Firenze, Università del Salento, Università degli Studi Bari Aldo Moro, Università di Urbino Carlo Bo, Università degli Studi di Verona, Università degli Studi di Ferrara, Università Telematica Pegaso e Università Luiss Guido Carli.

Cosa è la CIM: è una gara tra studenti universitari che competono, sfoderando doti di comunicazione, tecniche di negoziazione, capacità di problem solving, per vincere il titolo di miglior negoziatore e mediatore in materia civile e commerciale. Ciascuna Università schiera una o due squadre, composte da 2 a 6 studenti, che si sfidano davanti a una giuria di mediatori professionisti. Nell’incontro alcuni studenti indossano le vesti dell’avvocato difensore e altri i panni della parte in causa. Simulando una controversia, le due squadre cercano di utilizzare al meglio le tecniche di negoziazione apprese nel corso universitario. Grazie ai voti dei mediatori professionisti e dei valutatori viene stilata una classifica. Chi partecipa: studenti iscritti a corsi di laurea di 1° o 2° livello.

I vincitori delle edizioni precedenti. 

2013 Bologna, 2014 Trento, 2015 Trento, 2016 Sassari, 2017 Bergamo, 2018 Milano (Università degli Studi), 2019 Milano (Università degli Studi), 2020 Milano (Università degli Studi – ediz. online), 2021 Torino (ediz. online), 2022 Milano (Università degli Studi), 2023 Università LUISS.