Cirio si racconta a Identitalia 

Ci sono i celebri manifesti in stile retrò realizzati dal grande pittore e pubblicitario Leonetto Cappiello a inizio anni ’20, dalla donna danzante in mezzo a frutta e verdura all’uomo che apre una scatola di pomodori. E ancora la pubblicità della Salsa Rubra di Carlo Dinelli del 1941 (che già all’epoca enfatizzava la salubrità del prodotto), insieme alla riproduzione delle storiche lattine di Pelati che hanno riempito le dispense di decine di milioni di famiglie. 

È così che Cirio, lo specialista del pomodoro 100% italiano, rende omaggio ai 140 anni dell’Ufficio Italiano Marchi e Brevetti partecipando alla mostra “Identitalia. The Iconic Italian Brands” inaugurata oggi dal ministro Adolfo Urso a Palazzo Piacentini a Roma, sede del Ministero delle Imprese e del Made in Italy che ha promosso questa iniziativa in collaborazione con Unioncamere e l’Associazione Marchi Storici d’Italia.

“In quanto soci fondatori dell’Associazione Marchi Storici d’Italia, abbiamo sostenuto sin dall’inizio l’idea di promuovere la mostra Identitalia alla quale partecipiamo con Cirio, che da oltre 150 anni rappresenta il meglio della tradizione agroalimentare e culinaria italiana” ha dichiarato a margine dell’inaugurazione Maurizio Gardini, presidente di Conserve Italia, il Gruppo cooperativo che detiene il marchio Cirio. “Vogliamo raccontare la genialità del fondatore Francesco Cirio, pioniere dell’industria conserviera e tra i primi al mondo ad utilizzare la tecnica dell’appertizzazione che ha consentito il consumo di prodotti ortofrutticoli nel corso dell’intero anno, contribuendo così a rivoluzionare le abitudini delle famiglie. E vogliamo anche raccontare oltre 150 anni di una marca che ha accompagnato il vissuto degli italiani e continua a farlo ancora oggi portando sulle tavole delle famiglie le eccellenze della nostra terra”.

“Tradizione e innovazione in Cirio trovano una perfetta sintesi che noi ogni giorno cerchiamo di interpretare al meglio per celebrare questa grande storia italiana che continua ancora oggi con prodotti premium a partire dal pomodoro 100% italiano, ma anche con legumi e cereali della nostra filiera agricola” ha aggiunto il direttore generale di Conserve Italia Pier Paolo Rosetti, presente all’evento a Palazzo Piacentini a Roma insieme anche al direttore marketing retail Federico Cappi. “Cirio esisteva quando ancora l’Italia non era unita, ha accompagnato la vita di decine di milioni di famiglie e continua a farlo anche oggi essendo presente in oltre 70 Paesi – ha sottolineato Rosetti -. Senza Cirio, come recitava uno spot di qualche anno fa, l’Italia sarebbe diversa: è la storia a dirlo. Per questo non potevamo mancare ad un appuntamento così importante come la mostra Identitalia, alla quale partecipiamo con grande convinzione e orgoglio”.