La forza della radio in Sanremo 2024

di Claudio Astorri www.astorri.it

Il ruolo della Radio e delle sue stazioni cresce a Sanremo nei giorni del Festival. Sia nella funzione di voto per la classifica che per la presenza operativa al servizio del pubblico e della clientela pubblicitaria. Sempre più Radio a Sanremo!

Scrivo il giorno dopo. E’ il “Day After”. L’esplosione dei numeri di ascolto della televisione e la ufficializzazione della classifica dei brani hanno calato il sipario sulla edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo dei record. E dei (tanti) cambiamenti! Una sola classifica di artisti, senza alcuna divisione tra concorrenti big e giovani, e anche una nuova formulazione dei voti. Un grande tema in evoluzione continua: come generare la classifica della gara sonora di tutti. Di tutti i brani di tutti gli artisti per tutti gli italiani di tutte le latitudini. Un rompicapo per tutti.

Da quest’anno c’è stata una grande novità. E’ stata composta per la prima volta una giuria delle stazioni Radio con una rappresentanza vasta. E a cui è stato affidato un peso pari a quello della sala stampa, tv e web. Il messaggio rivoluzionario è stato: tutte le Radio valgono quanto tutto il mondo della stampa, delle tv e del web. Boom! La terza giuria, pure paritetica alle altre due, è il riferimento del pubblico, quella del televoto. Non si è trattato di un cambiamento da poco ed è stato gestito almeno nei confronti dell’audience televisiva in modo assai chiaro e trasparente.

Il potere delle Radio in Sanremo 2024

Nessuno nel mondo della Radio ha plaudito più di tanto. Tutte le stazioni si sono concentrate nel comunicare il loro orgoglio di partecipazione alla giuria, non la novità. E come ogni tanto capita al blogger di cui leggete qualche articolo, mi trovo per trascuratezze altrui a occuparmi dell’acqua calda, direi caldissima. Possiamo ringraziare il Radiofonico Amadeus, conduttore e direttore del Festival di Sanremo, per aver prodotto una progressione sul tema della classifica delle canzoni che ha portato la Radio a un ruolo di massimo protagonismo? Grazie Amadeus!

Ribadiamo la portata del cambiamento della giuria. Mentre financo il fuoco amico trasmette il requiem della Radio per mano di Spotify, nell’evento musicale #1 in Italia il mezzo assurge al “potere decisionale” che pareggia da un lato nientemeno che la somma di stampa, tv e web e dall’altro l’intervento di tutto il pubblico. Possiamo smetterla con il vittimismo cosmico tutto il tempo sulla ineluttabilità della morte della Radio per mano digitale oppure ora di intelligenza artificiale? Possiamo cogliere questo ulteriore segnale di forza della Radio con responsabilità?

Nel frattempo la discussione sulla metodologia per la classifica è stata di nuovo alimentata il giorno dopo. Polemica continua. Arriva ora Frankie Hi NRG che contesta il fatto che tra giuria stampa, tv e web da un lato e giuria Radio dall’altro, un “Manipolo di membri di una casta mediatica” avrebbe favorito la vittoria di Angelina Mango su Geolier. In realtà quest’ultimo è nettamente più scelto dal televoto. Ebbene, al contrario, un fenomeno magari locale forte e caratterizzante deve forse essere premiato “tout court” solo per la fan base più scatenata?

La fiera delle Radio a Sanremo 2024

Mi trovo a riportare da molto tempo che il Festival di Sanremo è anche la più grande Fiera di Radio, tv, media e pubblicità. E in quest’ordine. Le emittenti Radio, le più attive e visibili nella cittadina ligure, si dotano di postazioni in alberghi o in truck. Sia per produrre collegamenti e programmi per i loro palinsesti che per farsi notare dalla comunità mediatica complessiva che nei giorni del Festiva è tutta a Sanremo. Ogni anno le emittenti si notano quindi per presenza. E ci sono sempre idee nuove e iniziative innovative da parte di tutte le stazioni Radio presenti.

Anche quest’anno ho potuto vivere da operatore i giorni della manifestazione canora proprio a Sanremo. Lavoro per la Radio ufficiale, Rai Radio 2, e certamente ho apprezzato l’impegno dei colleghi diretti da Simona Sala che hanno alzato anche quest’anno l’asticella dei servizi rivolti al pubblico all’ascolto, agli artisti e agli operatori presenti. A livello di Radio nazionali commerciali è indubbio l’impatto notevole che ha destato “Casa Kiss Kiss“, un’accogliente struttura a ben 2 piani molto ben progettata tra studi e pubbliche relazioni, collocata nella zona del Porto. Bravi!

Una delle aree di accoglienza di Casa Kiss Kiss a Sanremo.
Photo Credit: Silvia Stefani

Tra le Radio locali attive a/da Sanremo desidero segnalare la forza della presenza dell’emittente multi regionale Radio Bruno. Una ampia area all’Hotel Royal, un avamposto di alta qualità tra le strutture alberghiere della città dei fiori. Postazione per le interviste a livello radio-televisivo e il lavoro di post-produzione gestito con un secondo studio. Area di accoglienza al top. Lo storico Leonello Viale, il responsabile eventi, e la gestione di Alessandro e Francesco Prandi forniscono ai presenti la possibilità di operare al meglio in un ambiente professionale e comunque caldo.

Georgia Passuello intervista Gazzelle in diretta da Sanremo su Radio Bruno. Photo Credit: Elena Astorri