El Shaarawy si racconta ai microfoni di StarCasino Sport, tra passato e futuro nella Roma

Nella suggestiva cornice del centro sportivo dell’ AS Roma, Stephan El Shaarawy ha concesso un’intervista ai microfoni di StarCasinò Sport, ripercorrendo le principali tappe della sua carriera sia a livello di club che con la Nazionale. L’intervista offre l’opportunità unica di conoscere da vicino uno dei giocatori più carismatici del panorama calcistico italiano. 

Conosciuto per la sua abilità tecnica, il suo stile di gioco unico e la sua determinazione in campo, il “Faraone” ha affascinato sin dal suo esordio con il Frosinone i tifosi della Roma, segnando un gol di tacco decisivo sotto la curva Sud e decretando il primo successo giallorosso del 2016.

Dando uno sguardo approfondito alla sua carriera, dai primi passi nel calcio giovanile fino agli attuali trionfi sul campo da gioco, ha ripercorso con StarCasinò Sport i momenti più emozionanti con la maglia numero 92.

 Primo fra tutti la vittoria della Conference League a Tirana e il momento del ritorno del trofeo in patria con i festeggiamenti in giro per la capitale, un momento davvero unico per il calciatore che afferma: “Un sogno che si è avverato vincere un trofeo in questa società, con questa maglia. Il giro per Roma e la festa sul pullman con tutta la piazza e la gente che ci applaudiva e gioiva con noi è stato sicuramente il momento più emozionante con la Roma”.

Inoltre, ha parlato con grande emozione anche del rapporto con l’ex compagno di squadra ed ora allenatore Daniele De Rossi, per il quale nutre una profonda stima sia come giocatore che come allenatore. In merito, infatti dichiara: “Daniele ha sempre mantenuto quello spirito allegro che aveva anche da compagno di squadra” spiega il calciatore parlando del rapporto con De Rossi, che non è cambiato durante il tempo. 

Sia in campo che fuori,  ha sempre dato tutto per la maglia, sempre pronto ad agire con serietà e dare il massimo per la Roma. Il loro legame ha contribuito e contribuisce tuttora a fare di El Shaarawy il giocatore che è oggi, dal suo gioco distintivo alla sua mentalità competitiva.