L’effetto “Elemosina on-air” impatta ancora la radio in TER

di Claudio Astorri www.astorri.it

Dopo il primo semestre caratterizzato e per molte emittenti specie locali brutalizzato dal fenomeno della “Elemosina On-Air”, sono stati pubblicati i dati del 2° semestre 2023. A che punto siamo?

Questo blog promuove spontaneamente il mezzo Radio e ha sempre illustrato con dati e tutte le evidenze oggettive quale sia la sua grandezza. E’ il primo mezzo di comunicazione tra i 14 e i 54 anni, numero 1 assoluto tra le 6:00 e le 18:00. E molto altro ancora rintracciabile anche negli articoli su “La Forza della Radio“. Purtroppo tutta la vicenda della “Elemosina On-Air” ha messo in grave difficoltà chi come me non ha mai dovuto utilizzare archibugi o ampolle dal contenuto misterioso per presentare la Radio nella sua magnitudine. Sì, è stato un fenomeno “artificioso”.

Il fatto che un vasto numero di emittenti, tutte le più importanti, abbiano comunicato con gran lena e frequenza agli ascoltatori di accogliere le telefonate dell’indagine segnalando soltanto la propria stazione e dichiarandone l’ascolto per tutto il giorno ha generato effetti mendaci gravi. I quali in altri Paesi civilizzati comportano l’esclusione istantanea dalla ricerca. Qui invece sono stati tollerati per 7 mesi senza alcun intervento da parte della presidenza di TER. Ovviamente e visto quanto accaduto nel 1° semestre, l’osservazione del 2° appena pubblicato è molto vigile.

Prima di addentrarci nell’analisi chiarisco che non ho inteso in alcun modo con tutti gli articoli sulla “Elemosina On-Air” (più tiepidamente definita “Auto-Promozione TER”) rappresentare un fuoco amico contro la Radio. Il mio impegno professionale di 42 anni oltre a quello divulgativo e di insegnamento universitario sono lì a testimoniare che lavoro da sempre per la Radio. Però, c’è un però, non bisogna mai scendere a livelli che possano minare un patrimonio gigantesco. Si tratta della credibilità. Che fa rima anche con verità. E che può svanire in pochissimo tempo.

Il trend degli ascolti generali della Radio nei 7 giorni

Nel 1° semestre 2023, quello della “Elemosina On-Air”, la crescita nell’ascolto settimanale che è tra tutte la metrica meno toccata dal fenomeno era salita del +3,10% in confronto al medesimo semestre dell’anno precedente. Cosa succede nel 2° semestre 2023 appena pubblicato da TER? La crescita sempre rispetto al semestre omologo precedente è del +2,67%. La spinta si è un po’ allentata ma c’è sempre. E in positivo ci permette di rappresentare un mezzo che serve su base settimanale l’85,31% della popolazione italiana. Un grande mezzo di comunicazione di massa.

Il trend degli ascolti generali della Radio nel giorno medio

Anche nel caso del giorno medio cominciamo con il dato che si riferisce agli andamenti dei soli ultimi 2 primi semestri. La crescita tra il 1° semestre del 2022 e il 1° del 2023, per mantenere in modo rigoroso il confronto tra intervalli omogenei, è stato del +7,76%. Passando e finalmente ai secondi semestri tra il 2022 e il 2023, l’incremento è stato del +6,43%. Ed è visibile bene anche nel grafico come i 2 semestri del 2023 si pongano nettamente al di sopra di quelli precedenti. Il livello dei 36 milioni di ascoltatori giornalieri (69,05% della popolazione) è scattato nel 2023.

Il trend degli ascolti generali della Radio nel quarto d’ora medio

Occupiamoci ora della metrica decisamente più interessata dalla “Elemosina On-Air” che nella analisi del quarto d’ora medio è risultata nel 1° semestre non solo amplificata ma anche causa di grandi ribaltamenti tra le stazioni Radio nel merito e nelle attribuzioni dei valori AQH. Tutta la crescita tra gli ultimi 2 primi semestri ha prodotto nel 2023 un dato complessivo del +13,6%. Ricordo ai lettori che, come qui documentato, la crescita delle Radio nazionali e, come sempre nel medesimo intervallo omogeno, è stata del +32,71%. Purtroppo non è un dato credibile.

La crescita che possiamo contabilizzare ora nei secondi semestri, confrontando il 2° del 2022 con quello appena disponibile del 2023, assegna al quarto d’ora medio una percentuale ben alta, sempre molto, del +12,41%. Si tratta ancora di una crescita che è alquanto incredibile in quanto sempre nella disponibilità delle emittenti che hanno praticato intensamente e per un periodo di molti mesi la “Elemosina On-Air”. Il cui effetto non si è affatto concluso. Possiamo ora e nei prossimi articoli analizzare gli ascolti specifici delle stazioni Radio. Sapendo che…