Esquire Italia presenta il suo primo progetto culturale alla Milano Fashion Week Uomo

Il nuovo corso di Esquire Italia, con la direzione di Giovanni Audiffredi, debutta con la presentazione di un evento, la performance artistica Movimento / Immagine che indaga le relazioni tra arte performativa e figurativa, sperimentando, attraverso il ricorso a differenti media, la possibilità di tradurre il gesto effimero della performance in un’opera visiva. 

Protagonisti sono l’artistə MP5, il cui lavoro invita a una riflessione sulle identità corporee e sul superamento del dualismo maschile / femminile e negli anni si è arricchito della collaborazione di importanti personalità del nostro tempo come Michela Murgia, Chiara Tagliaferri, Alessandro Michele e Jonathan Bazzi, insieme a Alessandro Sciarroni, uno dei più rivoluzionari danzatori della scena europea, vincitore nel 2019 del Leone d’Oro alla Biennale Danza di Venezia. Il progetto artistico è curato da Jacopo Gonzales.

In questa occasione Esquire lancia Esquirəness, la parola d’ordine del suo primo numero cartaceo che arriverà in edicola il prossimo 4 marzo. Un claim che evoca contemporaneamente l’identità e il desiderio di apertura. 

«Abbiamo scelto di proporre questo progetto, in linea con la nuova vocazione di Esquire, con la volontà di rappresentare un magazine di attualità culturale che partirà da un punto di vista maschile per raccontare la contemporaneità in una logica non binaria. Per questo abbiamo inserito simbolicamente la schwa, elemento che cancella il dualismo di genere ed evoca la volontà di costante inclusione. Superiamo il solo ragionamento sulla nuova mascolinità inserendo Esquire in un dibattito più ampio e completo sul superamento delle barriere», racconta Giovanni Audiffredi, direttore di Esquire.   

L’evento di Esquire avrà luogo la sera del 14 gennaio in 10 Corso Como, e avrà proprio l’intento di connettere arte e moda in un luogo simbolo dell’immagine di costume, che ha da sempre una vocazione espositiva di grande rilievo, nonché radiofaro per il fashion system internazionale, secondo l’ispirazione data dalla nuova visione di Tiziana Fausti.

Gli ospiti potranno assistere alla performance di MP5, in collaborazione con il coreografo Alessandro Sciarroni. Insieme i due artisti danno vita a Movimento/Immagine un lavoro in presa diretta che trascende la fisicità. 

Esquire Italia realizza così una sorta di pop-up e una preview fisica di quella che è l’attitudine del nuovo magazine che, a partire dal primo numero di marzo, dedicherà ampi spazi alle arti visive: «Oggi questi mondi, di cui la moda fa parte a pieno titolo, sono un’autentica foresta pluviale nella quale si sta compiendo un’evoluzione culturale che è tra le cose più interessanti da raccontare», conclude Audiffredi. 

«Sono orgogliosa di ospitare il lancio del nuovo Esquire Italia e la performance artistica di MP5 con Alessandro Sciarroni. Questa partnership preannuncia il nuovo capitolo di 10 Corso Como come luogo di incontro poliedrico e vibrante. I primi spazi ripensati saranno inaugurati in primavera, con la prima parte della programmazione che intreccia – con un respiro internazionale – arti visive, moda, design e panorama editoriale». racconta Tiziana Fausti, di 10 Corso Como.

Pulsee Luce e Gas, l’energy company di Axpo Italia quarto operatore sul mercato libero dell’energia, è partner della serata e ha scelto di affiancare Esquire in questo nuovo percorso.

«L’energia, insieme alla nostra capacità di partecipare alla sostenibilità del pianeta, è entrata a buon diritto tra gli elementi che formano gli stili di vita delle persone esaltandone le scelte». Commenta Alicia Lubrani Chief Marketing Officer e Country Corporate Communication Director di Axpo e Pulsee Luce e Gas. «Con Pulsee, oltre alla semplicità di una piattaforma completamente digitale, mettiamo a disposizione dei consumatori un sistema di valori che vuole rappresentarli. Lo facciamo promuovendo il talento, abbracciando progetti ed iniziative dal grande significato culturale e sostenendo uno sviluppo che aiuti a superare barriere e partecipare al rafforzamento di un’idea di diversità come strumento in grado di generare arricchimento. Siamo davvero orgogliosi di essere parte attiva in questa iniziativa e di accompagnare Esquire in un percorso innovativo e di cui condividiamo i principi d’ispirazione».