Google risponde alle preoccupazioni circa la complessità della sua piattaforma pubblicitaria post-cookie

Google sta continuando a sviluppare la sua iniziativa Privacy Sandbox, un ecosistema di tecnologia pubblicitaria post-cookie, nonostante le critiche riguardo alla sua complessità e adozione. Victor Wong, Senior Director di Google, ha rassicurato in un post sul blog che, nonostante le sfide, questa iniziativa è fondamentale per il futuro della pubblicità online.

I critici, tra cui The Trade Desk, mettono in discussione l’efficacia di Privacy Sandbox nel targeting degli annunci senza l’uso dei tradizionali cookie. La soluzione di Google utilizza dati aggregati per migliorare la privacy, differenziandosi dall’approccio basato sul consenso dell’ID universale 2.0 di The Trade Desk.

Google rimane impegnata a completare la transizione a Privacy Sandbox entro la fine dell’anno, sottolineando l’importanza per l’intero settore di adattarsi alle tecnologie di tutela della privacy, nonostante le complessità e gli ostacoli normativi che coinvolgono questo significativo cambiamento.