Italia a Tavola acquisisce Winemag e potenzia l’informazione su vino e bevande 

Italia a Tavola, la testata di informazione nel settore dell’enogastronomia e dell’ospitalità, comunica un potenziamento giornalistico e redazionale nell’area strategica del vino e delle bevande. A seguito di un accordo editoriale, il giornalista e wine critic Davide Bortone, già direttore e fondatore del sito indipendente Winemag.it, diventa coordinatore dell’area dedicata a vino, birra e spirits del network di Italia a Tavola. 

Per evidenziare questo rafforzamento, la preesistente sezione di Italia a Tavola assume ora il nome di Winemag e sarà uno dei nuovi poli di sviluppo del network sull’esempio del successo raccolto con la creazione di Check-In, testata dedicata ai consumatori interessati al turismo enogastronomico e del benessere.

«L’importante esperienza giornalistica di Davide Bortone – dichiara il direttore di Italia a Tavola Alberto Lupini – ci consentirà di essere ancora più completi nel dare ai lettori puntuali ed esaustivi approfondimenti e di ampliare il nostro perimetro di informazione che oggi abbraccia tutte le realtà dell’Horeca, della filiera agroalimentare e del turismo. In particolare, Bortone si occuperà di sviluppare l’area legata al mondo delle bevande (dal vino alla birra, dagli spirits agli analcolici), a cui da sempre abbiamo dedicato attenzione nella strategia di aggiornamento professionale per il mondo della ristorazione, delle pizzerie, delle pasticcerie, dei bar e dell’hotellerie. Con il suo contributo allargheremo l’informazione per offrire un servizio ancora più alto sia verso i lettori, sia verso i produttori attenti alla qualità.»

Poi prosegue: «Questo potenziamento, che sul web avrà una valorizzazione identitaria con un proprio logo, così come avvenuto con Chek-In (per il turismo), si inserisce in una fase di importante riorganizzazione interna. In proposito ringrazio tutta la squadra di Italia a Tavola per la grande capacità e competenza che dimostra ogni giorno e che con entusiasmo partecipa a questa nuova fase di crescita della testata. Questo potenziamento é finalizzato a confermare la nostra leadership ed é in linea con la costante innovazione che ci caratterizza da sempre. Ricordo l’utilizzo di ogni opportunità offerta ad esempio dalla rete, non ultime l’apertura di un canale su Whatsapp o l’attivazione di un profilo su Threads».

Un progetto editoriale che consolida l’innovazione costante di Italia a Tavola

«Entrare a far parte di un gruppo editoriale come Italia a Tavola – commenta Davide Bortone – è la chiosa sul percorso del progetto editoriale di Winemag che negli anni si è saputo distinguere ed è stato in grado di conquistarsi una reputazione nazionale e internazionale sulla base dell’idea di una testata indipendente, desiderosa di proporre un modo nuovo di fare giornalismo e critica enogastronomica, fondato sul rispetto assoluto del lettore. L’ingresso in Italia a Tavola, al fine di potenziare l’offerta di una testata ormai storica, vero punto di riferimento editoriale per diverse generazioni di lettori, è un segnale positivo per tutto il settore. È la dimostrazione – continua Bortone – che originalità e qualità dei contenuti, insieme a un approccio trasversale, capace di abbracciare gli interessi dei professionisti del settore, tanto quanto accompagnare i consumatori meno esperti, è quello vincente. Ringrazio dunque Alberto Lupini per la fiducia, che intendo a tutti i costi ripagare. Insieme possiamo rendere ancora più interessante e innovativa la nostra comune idea di un giornalismo sano e corretto, nel settore dell’enogastronomia».

La nuova sezione Winemag di Italia a Tavola sarà contraddistinta da un restyling del logo originario della testata già diretta da Bortone, pensato per rendere bene l’idea della perfetta “integrazione” tra i due progetti editoriali. La “i” del logo di “Winemag” si stacca cromaticamente, andando a richiamare proprio la “i” di “Italia a tavola”.