BrerA|Z, le nuove sfide di Milano al centro del nono numero

Il futuro di Milano quale è? Quale è la chiave di lettura per la città di domani? Cosa c’è oltre alla sfida tra grattacieli e al gran fervore edilizio? A queste domande prova a rispondere il nuovo numero di BrerA|Z che come sempre racconta, e riscopre, le eccellenze della metropoli. Lo sguardo questa volta è rivolto verso il futuro, verso le nuove frontiere di tutti quei campi in cui Milano è sempre stata più “avanti”. 

Ecco, quindi, il viaggio-racconto nelle nuove progettazioni in termini di sanità e formazione, ma anche le sfide artistiche e quel profondo legame con il mondo del terzo settore. 

Si tratta della nona uscita dell’inedito progetto editoriale realizzato da Editoriale Domus e promosso da EQUITA, principale investment bank indipendente in Italia. A firmarlo è Walter Mariotti, direttore editoriale dell’intero sistema Domus. 

La cover story è dedicata all’installazione dinamica Milano Fabbrica del Futuro che Mauro Martino, artista, fondatore e direttore del Visual Artificial Intelligence Lab all’IBM Research di Cambridge (Usa) ha creato utilizzando nuovi sistemi di Intelligenza Artificiale per interpretare vedute classiche della città.

Il progetto, esposto presso la Porta di Milano dell’aeroporto di Malpensa, è promosso dal MEET – Digital Culture Center e fa parte del percorso “Nice to meet you”, voluto da Maria Grazia Mattei, presidente e fondatrice di MEET, per SEA.