+6,8% per il mercato pubblicitario a ottobre +6,8% 

Nielsen, leader globale nella misurazione dell’audience, dei dati e nelle analisi, ha pubblicato i risultati Ad Intel relativi al mercato pubblicitario nel mese di ottobre 2023. Questi vedono gli investimenti pubblicitari in Italia chiudere il mese a +6,8%, portando la raccolta pubblicitaria del periodo cumulato gennaio/ottobre a +2,5%. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen sul search, social, classified (annunci sponsorizzati) e dei cosiddetti “Over The Top” (OTT), l’andamento nei cumulato gen./ott. del 2023 si attesta a +1,8%. 

“Le aziende continuano ad investire nella pubblicità e i dati di ottobre lo dimostrano: +6,8%. Un segnale incoraggiante anche per il mese di novembre e i successivi”. Ha esordito Luca Bordin, Country Leader Italia. “Anche le recenti previsioni Istat confermano l’andamento positivo del PIL 2023 (+0,7%) sostenuto principalmente dalla domanda interna che si conferma positiva nonostante la presenza di uno scenario geo-politico dalle molte incertezze. La contrazione dell’inflazione completa un quadro moderatamente positivo e ci porta a stimare una chiusura di anno con un incremento degli investimenti pubblicitari intorno al +2,6%”. 

Relativamente ai singoli mezzi, la TV è in crescita +8,2% a ottobre e in crescita del +1,7% nel cumulato gen./ott. 

I Quotidiani sono in calo del -0,2% (cumulato gen./ott. -5.1%), i Periodici sono in crescita del 10,9% (cumulato gen./ott. -0,7%). In crescita del 7,5% la Radio (cumulato gen./ott. +6,6%). 

Sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del Web advertising nel cumulato gen./ott. 2023 chiude con un +3,8% (+4,9% se si considera il solo perimetro Fcp AssoInternet). 

Segno positivo anche per l’Out of Home (Transit e Outdoor) e la Go TV che nel cumulato gen./ott. crescono rispettivamente del +12,7% e del +12,1%. In negativo il Direct Mail -10,1%, mentre è in crescita il mezzo Cinema +22.5%. 

Sono 14 i settori merceologici in crescita nel mese di ottobre, il contributo maggiore è portato da Gestione casa (+64,4%), Industria/Edilizia/Attività (+66%), e Farmaceutici/Sanitari (+23,3%). In calo a ottobre gli investimenti di Telecomunicazioni (-10,2%), Abbigliamento (-14,6%), e Elettrodomestici (-36,2%). 

Relativamente ai comparti con la maggiore quota di mercato, si evidenzia, nel periodo gennaio/ottobre 2023, l’andamento positivo di Farmaceutici/Sanitari (+7,3%) oltre a Automobili (+19,8%), Gestione Casa (+30%), e Alimentari (+8%). 

“Dopo mesi in negativo tornano in positivo Bevande/Alcoolici che crescono del +10% grazie anche al contributo della categoria Bevande calde (+52% sul mese di ottobre 23 vs 22)”. “Inoltre – sottolinea Luca Bordin per il secondo mese consecutivo cresce a due cifre il settore Finanza/Assicurazione (ad ottobre +17%)”.