Proclamate le vincitrici della settima edizione del Premio Valeria Solesin

Nel contesto di un evento ricco di contenuti e di emozioni, vengono da tutta Italia le tredici studentesse vincitrici premiate a Milano in occasione della 7a edizione del Premio Valeria Solesin, concorso rivolto a laureande e laureandi di tutte le Università italiane, pubbliche e private, ispirato agli studi della giovane ricercatrice veneziana, tragicamente scomparsa nell’attentato del Bataclan di Parigi del 13 novembre 2015.

Anche quest’anno il Comitato Scientifico ha assegnato i riconoscimenti alle tesi che hanno saputo distinguersi per originalità e rigore scientifico nell’affrontare il tema de “Il talento femminile come fattore determinante per lo sviluppo dell’economia, dell’etica e della meritocrazia nel nostro Paese”.

Diversi, come da tradizione del Premio, gli ambiti di studio: da quello sociologico a quello politico-economico, da quello psicologico a quello giuridico, fino agli studi di ingegneria.

Dopo un interessante momento di consegna dei premi e confronto tra le vincitrici e le Aziende Sostenitrici, ad arricchire l’emozionante cerimonia ha fatto seguito un’intensa tavola rotonda che ha visto tra le protagoniste Pegah Moshir Pour, attivista per i diritti umani e digitali, e Luciana Milani, madre di Valeria Solesin, che da sempre sostiene in prima persona il Premio, intervistate da Barbara Stefanelli, Vice Direttrice Vicaria del Corriere della Sera. 

“Il Premio Valeria Solesin ci dà ogni anno l’occasione di riconoscere il Merito di giovani talentuosi, che sono così poco valorizzati nel nostro Paese, da cercare spesso opportunità di realizzazione altrove”, commenta Maria Cristina Origlia, Presidente del Forum della Meritocrazia. “Come ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel discorso del 2 giugno scorso, abbiamo un debito verso di loro. Il modo migliore per estinguerlo è costruire un mercato del lavoro equo e meritocratico, degno di una democrazia avanzata. Non farlo, significa rassegnarsi a un sistema basato sulle relazioni e sul clientelismo, in cui abbiamo tutti da perdere”.  

“È con grande emozione e orgoglio che ho dato il via alla premiazione della settima edizione del Premio Valeria Solesin, che ha visto protagoniste le 13 ragazze vincitrici di questa edizione, che portano a 86 i giovani premiati nell’arco delle sette edizioni, su un totale di oltre 200 tesi candidate, per un montepremi complessivo di oltre 230.000€. Il mio ringraziamento va alle oltre 20 aziende e organizzazioni sostenitrici che nell’arco di questi anni hanno sostenuto il Premio, alle istituzioni che ci concedono il loro prestigioso patrocinio e a tutte le associazioni, le organizzazioni e le persone che contribuiscono anno dopo anno alla realizzazione di questo ambizioso progetto, permettendoci di mantenere il nostro impegno a dare voce ai giovani sul tema della parità di genere, tema cruciale per costruire un mondo migliore per tutti, donne e uomini”, Paola Corna Pellegrini, Vice Presidente Forum della Meritocrazia.

Mai come in questo momento, nel celebrare questa giornata e queste giovani studentesse, sentiamo la responsabilità e l’orgoglio di continuare a sostenere un’iniziativa importante come il Premio Valeria Solesin. Giunto alla sua 7° Edizione, il Premio oggi rappresenta un interessante osservatorio, che ogni anno si arricchisce di nuovi e preziosi lavori, spunti di riflessione, nuove consapevolezze e prospettive di analisi sulla parità di genere. Con il Premio vogliamo tramandare l’eredità morale di Valeria, la sua volontà di contribuire a costruire un domani più equo, inclusivo, in cui non ci sia spazio per il pregiudizio, la discriminazione, la disparità di genere, ma in cui talento e merito possano affermarsi liberamente, a vantaggio di tutti”, ha dichiarato a margine dell’eventoCaterina D’Apolito, Head of Communications & Sustainability di Allianz Partners Italia. 

Non hanno fatto mancare il proprio contributo all’evento anche Diana De Marchi, Presidente Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili – Consiglio Comunale di Milano e Consigliera delegata al Lavoro e Politiche sociali di Città Metropolitana di Milano, Renata Semenza, Professoressa Associata Università degli Studi di Milano, e Silvia Fontana, Consigliera Forum della Meritocrazia, rispettivamente Presidente e Coordinatrice del Comitato Scientifico del Premio Valeria Solesin.

Il Premio, frutto dell’ormai consolidata collaborazione tra Forum della Meritocrazia e Allianz Partners, è realizzato con il Patrocinio del Comune di Milano, della Città Metropolitana di Milano, dell’Università degli Studi di Milano e di Fondazione Cariplo.

Diverse le aziende e le associazioni che hanno dato il loro appoggio a questa edizione 2023 del Premio Valeria Solesin, tra le quali i 13 i sostenitori che hanno erogato i premi in denaro: Allianz Partners, promotrice dell’iniziativa, State Street, Sanofi, EY, SAS, A&A Studio Legale, Suzuki, MM, TRT Trasporti e Territorio, Associazione Italiana per gli Studi di Popolazione – sezione della Società Italiana di Statistica, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento e TIM e Winning Women Institute.